Premio Dorso ad Alessandro Pansa, Nando Santonastaso e Renzo Arbore

Meridionalista convinto, politologo e antifascista, Guido Dorso, economista e saggista di origini irpine, scomparso nel 1947 a soli 56 anni, resta una delle figure chiave per approfondire i temi della cosiddetta questione meridionale. Nel suo ricordo e soprattutto sulla scia delle analisi e dei ragionamenti da lui proposti alla politica per quasi 30 anni (come la centralità del Mezzogiorno nella ricostruzione del Paese) si rinnova l'appuntamento con i premi a lui intitolati promossi dall'omonima associazione presieduta da Nicola Squitieri, la cui cerimonia di consegna è prevista per domani nella sala Zuccari di palazzo Giustiniani, al Senato. Con Renzo Arbore che riceverà il premio alla carriera, quest'anno sono previsti riconoscimenti per Alessandro Pansa (direttore generale Dipartimento informazioni per la sicurezza); l'editorialista de «Il Mattino» Nando Santonastaso (nella foto); Serena Sanna (Istituto di ricerca genetica e biomedica del Cnr di Cagliar), Matteo Lorito (direttore del dipartimento di agraria della Federico II); Luigi Snichelotto (Cooking Leader); Antonio Iavarone (professore di Patologia e Neurologia della Columbia university); Fabio Parla (autore della tesi di dottorato di ricerca dal titolo «Saggi sulla stabilità finanziaria dell'Italia basati su dati relativi ai territori del Nord, del Centro e del Mezzogiorno» all'università di Palermo).
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 10:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP