Fincantieri, raffiche di commesse da Msc e Costa

di Antonino Pane

  • 9
Giovedì Costa Venezia a Monfalcone, oggi Msc Bellissima a Southampton. E poi il 15 marzo il varo tecnico di Costa Smeralda a Turku in Finlandia (entrerà in servizio a ottobre) e poi in autunno anche Msc Grandiosa. Insomma una nave tira l'altra con piani di commesse ormai proiettati al 2027. Ordini su ordini tanto che lo stesso amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, parla di lavoro assicurato per i prossimi dieci anni per tutti gli stabilimenti del Gruppo. E Bono, ne siamo certi, non ha guardato solo a quelli con la bandiera di Fincantieri issata sul pennone più alto, certamente ha buttato l'occhio anche sui cantieri di Saint'Nazaire, quelli francesi in riva alla Loira perché già li ritiene affiliati al Gruppo che dirige. E se tanto mi dà tanto c'è da dire che le 116 navi ancora da costruire sono molte di più e diventeranno ancora tante di più quando gli stabilimenti Stx avranno anche la bandiera di Fincantieri. Solo lo schemino preparato per Msc dice che la compagnia dell'armatore Gianluigi Aponte, varerà a Saint'Nazaire due navi nel 2019, una nel 2020. E ancora una nel 2022, una nel 2023, una nel 2024, una nel 2025 e una nel 2027. Contemporaneamente altre sei navi le costruirà Fincantieri in Italia con consegne già programmate nel 2021, 2022, 2023, 2024, 2025 e 2026.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 2 Marzo 2019, 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP