Trimestre nero per le criptovalute
Il Bitcoin ha perso quasi il 50%

Criptovalute sempre più in affanno. Il primo trimestre di quest'anno è stato infatti il peggiore di sempre sia per il Bitcoin, che ha visto andare in fumo oltre 119 miliardi di dollari di capitalizzazione, che per Ripple, che ha subito la performance peggiore di tutte le monete digitali da gennaio a marzo 2018: meno 77%. Secondo CoinDesk, il Bitcoin ha visto il proprio prezzo scendere da 13.412,44 a 6.928,85 dollari, con un calo di quasi il 50%. A dicembre la valuta virtuale è arrivata a sfiorare i 20mila dollari. Anche per la terza criptovaluta più nota, Ethereum, il trimestre appena concluso è stato il peggiore di sempre: secondo Coinmarketcap.com, il crollo è stato pari al 47,7%. Nel primo trimestre del 2016 Ethereum aveva guadagnato oltre il 1.100% e nello stesso periodo del 2017 era salito del 550%. Sempre secondo Coinmarketcap.com, tuttavia, quello appena archiviato per Ripple non è stato il trimestre peggiore. Nel primo trimestre del 2014 ha perso infatti il 96%.
Martedì 3 Aprile 2018, 22:10 - Ultimo aggiornamento: 4 Aprile, 07:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP