Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ereditiera condannata: ha finanziato con 100 milioni di dollari una setta dedita agli abusi sessuali

Giovedì 1 Ottobre 2020 di Nico Riva
Ereditiera condannata: ha finanziato con 100 milioni di dollari una setta dedita agli abusi sessuali

L'ereditiera americana Clare Bronfman ha ricevuto una condanna a sei anni e nove mesi di reclusione per il suo ruolo all'interno della setta Nxivm, implicata in agghiaccianti pratiche di lavaggio del cervello, schiavismo e abusi sessuali. Bronfman, ereditiera dell'impero del liquore Seagram, avrebbe finanziato la setta con più di 100 milioni di dollari, oltre ad essersi macchiata di altri crimini. 

Leggi anche > Ex vigile urbano si spaccia per il Messia e fonda una chiesa in Siberia: arrestato

81 mesi di detenzione, recita la sentenza per Clare Bronfman. La figlia di Edgar Bronfman, presidente della compagnia di liquori Seagram morto nel 2013, si è dichiarata colpevole di furto di identità, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e frode. Sebbene non abbia mai fatto parte della setta Nxivm, il cui leader Keith Raniere è stato dichiarato colpevole lo scorso anno (traffico sessuale, racket, pedopornografia, estorsione e ostruzione alla giustizia), l'ha sostenuta e finanziata. 

Dopo la sentenza, è stata immediatamente incarcerata a Brooklyn, New York, scrive la Bbc. Bronfman ha dichiarato alla corte di non aver mai avuto l'intenzione di ferire qualcuno, «ma questo è successo, e per questo sono terribilmente dispiaciuta». Nonostante questo, pare abbia rifiutato di denunciare la setta e il suo leader, perché «mi hanno migliorato la vita». 

Lo stesso non possono dire le vittime della setta Nxivm - si pronuncia "Nexium" - nata nel 1998 e da allora entrata in contatto con almeno 16mila persone. Nxivm nacque come un programma di auto-aiuto, e sul sito web si presenta come "comunità guidata da principi umanitari, nella ricerca di rafforzare le persone e rispondere ad importanti domande sul significato dell'essere umani". Tuttavia, dalle indagini è emerso un sistema di "schiavi e maestri", presieduto dal grande capo Keith Raniere, dove i membri subivano un lavaggio del cervello ed erano costretti a fare sesso con Raniere quale rito d'iniziazione. L'attrice Allison Mack ("Smalville") era una delle reclutatrici di schiave sessuali della setta. 

La dura sentenza nei confronti dell'ereditiera è stata motivata dal fatto che «Raniere non avrebbe avuto la possibilità di commettere i crimini per il quale è stato condannato senza l'aiuto di potenti alleati come Bronfman». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA