Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Decorando il Vomero», mostra spontanea di quartiere contro il degrado

Sabato 4 Giugno 2022
foto

Continua l'operazione di un gruppo di volontari del Vomero, contro il degrado del quartiere.

“Decorando il Vomero”, è il progetto di cui si è fatto promotore l' avvocato Fabio Procaccini, già attivista social, assieme a Nicola Campoli e al noto artista contemporaneo, Ruben D'Agostino. L'iniziativa, vede le strade del Vomero, in particolare via santa Maria della Libera e Calata San Francesco, storica arteria del quartiere, attanagliata da rifiuti e degrado, rinascere grazie alla bellezza dell'arte.

«Si tratta di una vera e propria mostra “spontanea di quartiere” spiega Fabio, «grazie al “bello” sui nostri marciapiedi, il “brutto” sta andando via» . Nello specifico l'operazione, si è concentrata sui tanti armadietti Telecom in disuso, che stanno sparendo grazie alle segnalazioni, tuttavia, rimangono quelli in uso, grigi e vandalizzati. «Abbiamo deciso di utilizzare queste cabine, facendole diventare sostegni delle opere del grande Ruben: “L' allegro Vesuvio” e “La Corricella”, uno scorcio in omaggio a Procida Capitale della Cultura 2022, sono i nomi delle prime installazioni. E' l'ennesima dimostrazione di come il bello può esistere e può provenire direttamente dal “basso” senza attenderlo dall' “alto”. E' la prova di come possiamo liberamente coccolare la nostra martoriata città con piccole e belle azioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA