«Palazzo Corigliano trasformato
in una discoteca: quanta inciviltà»

Lunedì 15 Aprile 2019
«Ci sono giunte varie segnalazioni circa quanto avvenuto nella notte tra venerdì e sabato in piazza San Domenico. Palazzo Corigliano, una delle sedi dell’Università Orientale, è stato trasformato in una vera e propria discoteca a cielo aperto con la musica altissima che ha tenuto sveglio l’intero quartiere fino a tarda notte». La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dal consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini.

«Purtroppo non è la prima volta che ci troviamo a fare i conti con fatti di questo tipo. Gli organizzatori di questi eventi, con inciviltà e maleducazione, non si fanno scrupolo di turbare il riposo di chi abita nelle vicinanze. Restiamo basiti che questi eventi siano tenuti all’interno di strutture pubbliche. Torniamo a sottolineare che Palazzo Corigliano è una struttura universitaria. Chiediamo ai rettori delle università napoletane di negare le autorizzazioni agli eventi che comportino disturbi alla quiete pubblica durante le ore notturne. Allo stesso modo chiediamo alla polizia municipale di intensificare i controlli durante le ore notturne. Oramai tra movida fracassona, discoteche improvvisate e fuochi d’artificio sparati ad ogni ora della notte la situazione è fuori controllo. L’ultimo caso lo abbiamo documentato lunedì. Alle 2 del mattino qualcuno ha pensato bene di fare fuoco alle polveri, facendo svegliare di soprassalto l’intero vicinato. Non se ne può più. Il diritto al riposo non può essere violato in maniera tanto gratuita e inopinata».
 Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA