Spagna, massacrò i vicini di casa per il rumore dei cani: procura chiede 30 anni

La donna all'epoca confessò immediatamente l'omicidio

Spagna, massacrò i vicini anziani nel 2020 per il rumore dei loro cani: ancora nessun processo Joyce Greyce
Spagna, massacrò i vicini anziani nel 2020 per il rumore dei loro cani: ancora nessun processo Joyce Greyce
Lunedì 15 Agosto 2022, 12:08 - Ultimo agg. 12:40
3 Minuti di Lettura

Nell'estate 2020 Siviglia venne sconvolta da un omicidio. Nel piccolo paese di Dos Hermanas, in provincia del capolugo andaluso, il 24 luglio Joyce Grayce, un donna di 43 anni, investì con la sua auto, per poi colpirli con una pietra e un pugnale, i suoi vicini di casa. La coppia era colpevole, secondo la donna, di aver allestito un ricovero per animali randagi dei quali Joyce Grayce non sopportava più i continui rumori. 

Barbara Corvi, la scomparsa e 13 anni di misteri ad Amelia: sette testimoni per la verità

L'omicidio

«Sono qui, sono stata io a ucciderli, ero stanca di essere minacciata, nessuno mi porta via i miei figli». Queste furono le parole che Joyce Grayce disse agli agenti della Polizia quando apparsero sull'uscio di casa sua dopo aver ricevuto una segnalazione di una rissa tra più persone. La Procura oggi chiede per lei quasi 30 anni di reclusione, anche se dopo due anni ancora non è stato istruito nessun processo. Joyce, di nazionalità brasiliana, viveva in affitto con i suoi due figli nella residenza Huerta San José. La donna era al primo piano, mentre Cristina e Manuel, le due vittime, al piano terra. La coppia aveva creato un ricovero per animali randagi. Il rapporto tra Joyce e i suoi vicini non era dei migliori, infatti la procura descrive le controversie tra le due donne come «continue».

Oltre agli insulti tra le due, la vittima aveva minacciato in più occasioni la 43enne che avrebbe chiamato i servizi sociali per farle togliere i figli. L'abbaiare continuo dei cani ha poi fatto perdere la testa alla Grayce, tanto da decidere di investire la coppia, fuori casa con l'auto, secondo i giudici «ripetutamente» provocando ferite e fratture rilevanti. Scesa dalla macchina la donna brasiliana non contenta inflisse ai due numerosi colpi alla testa con una pietra, per poi dare il colpo di grazia con un coltello da cucina. Joyce sarà processata da un tribunale popolare nei prossimi mesi. La Procura chiede quattordici anni, undici mesi e 29 giorni di reclusione per ogni omicidio.

Niccolò Ciatti ucciso in Spagna, 15 anni a Rassoul Bissoultanov. Il padre: «Una vergogna»

© RIPRODUZIONE RISERVATA