Abusi sessuali su 12enni a scuola: insegnante denunciato e condannato

di Michele M. Ippolito

PORTICI - Un insegnante di chitarra che lavora nella scuola media Santagata è stato condannato a un anno e otto mesi di reclusione per atti sessuali con minorenni. La quinta sezione penale del Tribunale di Napoli ha ritenuto che il docente, classe 1972, sposato, con due figli, impegnato nel mondo della scuola da vent'anni, fosse colpevole dell'accusa mossagli da alcune sue ex studentesse, che all'epoca dei fatti contestati erano appena dodicenni e che oggi studiano tutte in scuole superiori. Le ragazzine avevano denunciato di essere state toccate in parti intime dall'insegnante nel corso di lezioni scolastiche pomeridiane e che, talvolta, l'uomo aveva chiesto di farsi toccare da loro. L'insegnante è stato, inoltre, interdetto temporaneamente dai pubblici uffici e in via perpetua «da qualsiasi ufficio attinente alla tutela, alla curatale e all'amministrazione di sostegno e da qualunque incarico nelle scuole di ogni ordine e grado e da ogni ufficio o servizio in istituzioni o in altre strutture pubbliche o private frequentate prevalentemente da minori» ai sensi dell'articolo 609 nonies del codice penale, che prevede sanzioni aggiuntive per chi abbia compiuto abusi facendo leva sul suo ruolo di educatore. Il professore, dovrà, inoltre, farsi carico del pagamento delle spese processuali e «del risarcimento dei danni morali e materiali patiti dalle parti civili, da liquidarsi in separata sede», nonché delle spese legali affrontate dalle famiglie delle ragazze, calcolate in una somma di poco superiore ai duemila euro ciascuna.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 17 Maggio 2018, 08:25 - Ultimo aggiornamento: 17-05-2018 10:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP