Aggressione con la katana,
il giudice convalida il fermo

Il gip del Tribunale di Napoli ha convalidato il provvedimento di fermo di polizia giudiziaria emesso nei confronti di Emanuele Gemito, l'uomo di 34 anni che lo scorso 5 gennaio ha gravemente ferito con una spada giapponese un uomo di 42 anni, nel quartiere Ponticelli di Napoli, sentimentalmente legato alla sua ex compagna di 28 anni. Il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere. L'uomo è stato più volte denunciato per maltrattamenti dalla ex, madre di tre figli in tenera età, l'ultimo di appena 3 mesi. La Procura di Napoli, infatti, ne aveva chiesto l'arresto, misura cautelare non accordata dai giudici che invece disposero un obbligo di allontanamento. La vittima dell'aggressione fu trovata in gravissime condizioni, in via Masseria Pepe, nel quartiere Ponticelli di Napoli, con una profonda ferita all'addome provocata da un fendente. Fu subito trasportata in ospedale e sottoposta a un delicato intervento chirurgico.
Mercoledì 9 Gennaio 2019, 19:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP