Chiesa della Sapienza a Napoli, nuova pulizia «nonostante le beghe burocratiche che danneggiano la città»

«I Verdi, in collaborazione con l’imprenditore Mario Avallone, hanno effettuato una nuova pulizia straordinaria della Chiesa di Santa Maria della Sapienza a Costantinopoli, a tre mesi dal primo intervento, raccogliendo diversi bustoni di rifiuti, abbandonati da barboni e persone incivili che non amano e rispettano la città». Lo riferiscono il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il responsabile Ambiente del Sole che Ride Enzo Vasquez. «Siamo riusciti nell’intento di restituire dignità ad un’opera monumentale che versava in condizioni vergognose. Abbiamo raggiunto l’obiettivo nonostante una lunghissima serie di diatribe burocratiche tra Prefettura, Curia e Soprintendenza. Nonostante sia stato un intervento a nostre spese abbiamo assistito ad uno scaricabarile e ad un rimpallo di responsabilità figlio della peggiore burocrazia che danneggia il Paese quanto la corruzione e la criminalità. La nostra idea era di offrire la possibilità di effettuare bonifiche cicliche ad un’associazione di volontari del territorio ma, al termine di una lunghissima trafila, abbiamo ottenuto unicamente la possibilità di effettuare l’intervento sotto la mia personale responsabilità».


«La Chiesa di Santa Maria della Sapienza è chiusa da anni. Si tratta di una struttura monumentale di grande valore artistico e architettonico. La chiesa, simbolo del barocco napoletano, contiene al suo interno degli affreschi di un maestro del calibro di Cesare Fracanzano. Continueremo a monitorare le condizioni della struttura, intervenendo con opere straordinarie di pulizia ogni qual volta ce ne sarà bisogno”, concludono Borrelli e Vasquez.
Lunedì 15 Aprile 2019, 17:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-15 18:11:15
c'è qualcuno a napoli che ha le palle per cacciare i responsabili di questo continuo degrado? -possibile che persone perbene ogni mese o ogni due mesi debbano pulire quest'ingresso della chiesa perché alla soprintendenza pensano solo alle GRATE?

QUICKMAP