Choc a Napoli, nigeriano arrestato
per violenza sessuale in strada

ARTICOLI CORRELATI
9
  • 47856
Ha afferrato alle spalle una donna di 54 anni tentando di violentarla. La vittima ha iniziato ad urlare richiamando l'attenzione di alcuni passanti e della polizia. E provvidenziale è stato l'intervento degli agenti che erano in zona: oltre a mettere in salvo la donna hanno evitato che la folla linciasse l'uomo. Il fatto è accaduto nella serata di ieri in via Poerio a Napoli. In manette per violenza sessuale è finito un migrante nigeriano di 41 anni, in Italia da dieci che più volte ha presentato richieste di protezione internazionale. Secondo quanto ricostruito dagli agenti l'uomo, approfittando della distrazione della donna che era al telefono, ha stretto un foulard al collo della vittima spingendola in un vicoletto tentando di abusarla. La donna ha urlato ed in suo soccorso sono giunti i poliziotti ed alcune persone che erano in strada.

I poliziotti hanno dapprima soccorso la vittima che era sotto choc per quanto accaduto. L'uomo alla vista dei poliziotti ha tentato di allontanarsi. Ma è stato raggiunto e bloccato. I poliziotti lo hanno fatto salire subito in macchina per evitare l'aggressione da parte di alcune persone di passaggio. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della questura di Napoli, l'uomo era giunto in Italia dieci anni fa. Era stato dapprima in Puglia per poi arrivare in Campania. Da qualche tempo viveva stabilmente a Napoli. L'uomo, dopo un breve passaggio negli uffici della questura per l'identificazione, è stato condotto nel carcere di Poggioreale.


 
Martedì 22 Gennaio 2019, 11:58 - Ultimo aggiornamento: 22-01-2019 18:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-01-25 09:31:45
Caro DEMA accogliere significa soprattutto dare : Casa, lavoro , scuola ,sanità e...famiglia (per un sano rapporto anche sessuale) , diritti inalienabili di TUTTE le persone civili. Accoglierli per poi disinteressarsi ed abbandonarli è un crimine contro l'umanità.
2019-01-25 08:52:15
Speriamo che i poliziotti che lo hanno arrestato , abbiano attivato tutte le misure di protezione e sicurezza , altrimenti potrebbero essere indagati, non si sa mai comportarsi bene e con molta delicatezza e cortesia, e quando l’anno fatto salire in macchina gli hanno messo la mano sulla nuca per evitare che battesse testa sulla chiusura dello sportello, non si sa mai che qualche video salta fuori dove potrebbe risultare che l’arma non stava nella fondina ben legata con cinta di protezione, altrimenti sono guai si potrebbe rischiare che da carcerieri si diventa carcerati.
2019-01-24 13:13:41
Anche qui i soliti noti tacciono! Vorrei tanto sapere a cosa pensano, ammesso e non concesso che lo facciano!
2019-01-23 16:21:14
importiamo campioni....forza Matteo...non bastano i nostri...
2019-01-23 11:51:13
se era un napoletano che aveva commesso questo crimine parlavate sempre di salvini???

QUICKMAP