Clemente, abbandonate
le aiuole adottate dal papà

di Gennaro Di Biase

6
  • 16
Scoppia il caso dei giardini di piazza Medaglie d'Oro. E non è un caso qualunque, visto che la targa all'interno dell'area verde recita così: «Partecipazione dei cittadini alla cura della città. Il Comune di Napoli affida questo spazio verde alla Fondazione Silvia Ruotolo», il cui presidente, Lorenzo Clemente, è il padre dell'assessore Alessandra. Ai piedi della targa rovi secchi e ingialliti, tronchi abbandonati. Poco più in là, immondizia non ritirata dai cassonetti o accumulata sotto alle panchine.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 6 Agosto 2019, 08:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-08-06 15:59:06
Veramente è tutta la piazza che fa schifo...aiuole abbandonate e piene di munezza bar che si sono impadroniti dei marciapiedi, terreno talmente secco che si alzano nuvole di polvere fermata dei bus distrutte le recenzioni con tubolari che sporgono pericolosamente e la chicca finale dopo aver rimosso il wc anm e tagliato la fornitura elettrica non funziona più neanche il tabellone luminoso che dovrebbe segnalare gli orari dei bus. Gia' quali bus??? meglio non prendere in giro gli utenti. La clemente, ?? starà al mare....mamma' gli ha lasciato un bel pusticiello....chi gli dava un seggio di assessore in una giunta inconcludente.
2019-08-06 17:42:48
Di pessimo gusto tirarne in ballo la mamma....uccisa da camorristi.
2019-08-06 11:29:14
Clemente, quando non gli conviene, sta zitta.
2019-08-06 10:59:17
Qui ce un altro parco che è molto peggio si chiama parco Serena De Santis il comune non lo pulisce e non ci fa una disinfestazione da più o meno 9 anni hai voglia di chiamare vigili e enti locali la cosa migliore secondo me e quella di farsi male nel parco per far causa al comune
2019-08-06 09:28:23
Scusate ma se le ha adottate il signor Clemente ci deve pensare lui e la fondazione intestata alla moglie.

QUICKMAP