Covid a Napoli, tavolo in prefettura su scuola e trasporto pubblico: «Orari di ingresso e di uscita differenziati»

Giovedì 9 Settembre 2021
Covid a Napoli, tavolo in prefettura su scuola e trasporto pubblico: «Orari di ingresso e di uscita differenziati»

A Napoli una ulteriore riunione del tavolo di coordinamento sul trasporto pubblico locale, operante presso la Prefettura di Napoli. All'incontro, svoltosi in modalità telematica e coordinato dal viceprefetto Vicario, Enrico Gullotti, hanno preso parte i rappresentanti della Regione Campania, del Comune di Napoli, dell'Ufficio scolastico regionale e delle aziende di trasporto pubblico.

«Dopo un attento confronto - è scritto in una nota - si è concordato di confermare le misure condivise nel documento operativo di pianificazione approvate in seno allo stesso Tavolo per lo scorso anno scolastico. Si è unanimemente concordato di confermare la differenziazione degli orari di ingresso e di uscita degli studenti, con una breve anticipazione alle ore 7.45 ed alle ore 9.45, nelle medesime percentuali del 40 % e del 60%. Tale anticipazione potrebbe incidere positivamente sulla fluidità del traffico veicolare e sui tempi di percorrenza dei mezzi pubblici, alla luce delle contingenti difficoltà di cui risente la viabilità del capoluogo a causa della temporanea chiusura della Galleria della Vittoria. Analoga differenziazione è stata ritenuta opportuna anche per gli uffici pubblici e le attività imprenditoriali e commerciali».

Video

Si è inoltre concordato che, a seguito dell' aggiornato censimento della popolazione studentesca, suddivisa per Comune, fornita dall'Ufficio scolastico regionale e messa a disposizione dei competenti Uffici regionali e delle Aziende di trasporto, «verrà fornita una ulteriore programmazione di servizi aggiuntivi, finanziabili con le risorse previste nella legge di bilancio 2021, per l'adeguato dimensionamento del sistema di trasporto pubblico in relazione all'incremento del numero di utenti atteso con la riapertura delle scuole e la ripresa generalizzata delle attività didattiche in presenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA