Torre del Greco. Ladri di lettini da sole: razzia sulle spiagge

Sabato 13 Agosto 2016 di Francesca Raspavolo
Torre del Greco. Ladri di lettini da sole: razzia sulle spiagge

Torre del Greco. Cento lettini prendisole, del valore di 150 euro ciascuno, trafugati nei giorni scorsi dagli stabilimenti balneari della Litoranea sono stati ritrovati ieri mattina in un deposito abusivo sul lungomare torrese. A fare la scoperta è stata la polizia: gli agenti del commissariato di Torre del Greco, guidati dal primo dirigente Davide Della Cioppa, già da qualche giorno indagavano sulla misteriosa scomparsa di arredi mare da almeno sette dei tredici lidi della costa cittadina.

Più di un titolare degli stabilimenti aveva infatti denunciato il furto di lettini e sdraio: nelle scorse notti qualcuno si era introdotto all'interno dei complessi turistici di via Litoranea e aveva portato via i prendisole. Nessuna traccia del passaggio dei ladri ma, soprattutto, nessuna traccia dei lettini, letteralmente spariti nel nulla. Con la conseguenza che i gestori dei lidi si sono ritrovati senza prendisole sufficienti ad accontentare i clienti. Da qui è partita l'indagine della polizia che, in poche ore e grazie a controlli a tappeto della zona mare, è riuscita a risolvere il caso. In un casolare sul lungomare poco distante dalla zona dei furti - un box di legno e lamiera, totalmente abusivo - gli uomini in divisa hanno ritrovato i lettini rubati. Sui prendisole, stampati in caratteri maiuscoli, c'erano i nomi degli stabilimenti ai quali appartenevano: sono stati gli stessi imprenditori della Litoranea a riconoscere gli attrezzi. A quel punto i lettini sono stati riconsegnati dalla polizia ai gestori dei lidi che già ieri mattina hanno potuto utilizzarli nei loro stabilimenti. Intanto nei guai sono finite due persone: uno è stato denunciato per furto.

L'altro, invece, B.P., di 50 anni, è indagato per abusivismo edilizio, al quale è riconducibile il box irregolare nel quale erano stivati gli arredi: nei confronti del garage il Comune emetterà anche un'ordinanza di abbattimento. Ma il caso sembra non essere ancora chiuso perché B.P. a sua volta è il titolare di uno stabilimento balneare: la sua posizione resta al vaglio degli investigatori. Intanto, proprio in uno dei lidi derubati dei lettini, si sono registrati gravi danni legati al maltempo degli ultimi giorni: in particolare al lido Tritone dove, a causa del forte vento, è crollato un gazebo all'ingresso e si è rotto un tendone coprisole.

Ma il proprietario ha ripristinato la struttura in tempi record, rimborsando anche il biglietto d'ingresso a chi era andato al mare e si era fatto sorprendere dalla pioggia. «Abbiamo avuto gravi danni per il vento forte ma siamo gente di mare e abbiamo rimesso tutto a posto già un paio di ore dopo l'accaduto - racconta Fausto Lunella - La giornata era partita bene, con il sole, tanti bagnanti erano scesi al lido ma poi il tempo è cambiato e la gente è andata via. A quel punto abbiamo deciso di rimborsarli facendo recuperare il 50% della somma che avevano speso senza però godere delle nostre fantastiche spiagge vulcaniche. È un gesto di cortesia verso i nostri clienti, ai quali siamo affezionati».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA