Napoli, ecco l'auto in corsa con un bambino nel cofano

Lunedì 2 Dicembre 2019

Cronache dalla città senza più regole. Quartiere Arenella, ieri mattina. Prima domenica di dicembre con i negozi aperti, bella giornata di sole e tante famiglie per strada. In piazza Muzii c'è anche un incredibile fuoriprogramma.

Qualcuno al volante di una fiammante Abarth 124 Spider imbocca la curva che piega verso via Domenico Fontana, e a qualche passante non sfugge il particolare: la vettura sta circolando con il cofano aperto, e al suo interno c'è un bambino.

A ricevere la segnalazione, girandola poi ai giornali, è stato il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, attento osservatore dei fenomeni di illegalità diffusa nella nostra città.

LEGGI ANCHE Napoli, Borrelli aggredito dal parcheggiatore abusivo

Come si fa a giungere a un livello di irresponsabilità simile? «Incredibile - commenta Borrelli - una cosa che lascia senza parole. Come si può pensare di fare anche solo pochi metri con un bambino nel cofano? Un rischio incredibile per la sua incolumità, una situazione pericolosissima che poteva finire in tragedia. Ci auguriamo vivamente che quelli alla guida dell'auto non siano i genitori, altrimenti ci sarebbe da revocare la potestà genitoriale». Inutile dire che ieri nella piazza, abituale presidio per gli agenti della Municipale, non c'era un vigile.

«Abbiamo deciso di inviare tutto alle autorità affinché indaghino su questo assurdo episodio. La goliardia, la follia, non possono mettere a repentaglio la vita di un bambino. Chi ha sbagliato dovrà essere punito a dovere».

Ultimo aggiornamento: 12:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA