Napoli-Roma, l'odissea dei pendolari: treno guasto sui binari, fino a 120 minuti di ritardo

di Elena Romanazzi

  • 428
Novanta minuti di ritardo se si è fortunati, 120 invece se non è la giornata giusta per mettersi in viaggio. I disagi hanno interessato per tutta la giornata la tratta Napoli-Roma verso nord. Prima un guasto la mattina, la deviazione delle frecce verso la linea ordinaria. Poi il panico il pomeriggio, con un treno partito da Napoli alle 15 e diretto a Milano rimasto fermo a Teano per un’ora: alla stazione di Tora, i passeggeri sono stati fatti salire su un altro convoglio, seza troppe  informazioni e senza riscaldamento. A bordo la disperazione di quattro turisti giapponesi che da Fiumicino dovevano andare a Parigi e che hanno dovuto sborsare per il cambio volo 1.000 euro.



Un vero e proprio incubo non solo per i pendolari (il comitato Sa-Na-Roma guidato da Grazia Mazzeo ha scritto al ministro per i trasporti e infrastrutture Toninelli) ma anche per tutti gli altri viaggiatori che si sono trovati a dover affrontare l’ennesima giornata di disagi per guasti e sovraccarico delle infrastrutture.
Giovedì 10 Gennaio 2019, 18:48 - Ultimo aggiornamento: 10-01-2019 20:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP