Napoli, ecco gli schiavi della monnezza: separano a mano la differenziata

di Paolo Barbuto

  • 264
Il piccolo compattatore si avvicina, il cassone viene sollevato e tutti i sacchetti finiscono per terra. Attorno alla montagnella di immondizia si raduna un piccolo gruppo di uomini: iniziano ad aprire ogni sacchetto infilando le mani tra l'immondizia putrescente, alcuni non hanno mascherine di protezione, altri sono senza tuta.
 

Siamo all'interno della ex Icm a via Nuova delle Brecce: qui un tempo c'era una fabbrica, adesso c'è un sito di stoccaggio dell'Asìa che dovrebbe essere temporaneo e invece è diventato fisso. Quelle persone che infilano le mani dei sacchetti sono differenziatori di differenziata, lavoratori chiamati a rimediare agli errori di conferimento da parte dei cittadini.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 23 Agosto 2019, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 23-08-2019 17:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP