Napoli, omaggio dei vigili del fuoco ai tre colleghi morti a Alessandria

Venerdì 8 Novembre 2019 di Eduardo Improta
I pompieri napoletani depongono una corona e osservano un minuto di silenzio per i colleghi deceduti

Questa mattina, come in tutti i Comandi dei Vigili del Fuoco d’Italia, in concomitanza dei solenni funerali di Stato celebrati dal vescovo Guido Gallese nella cattedrale di Alessandria, a Napoli nel piazzale della caserma centrale dei pompieri di Napoli in Largo Tarantini si sono schierati i mezzi di soccorso e centinaia di Vigili del Fuoco.
 

 

Presenti anche gli uomini e donne della Croce Rossa Italiana, gli uomini del Soccorso Alpino, i soci dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale. Dopo la commemorazione del comandante provinciale di Napoli, Ennio Aqulinio, tutti i presenti, con gli occhi lucidi e un visibile magone, hanno osservato un minuto di raccoglimento e silenzio in memoria di Matteo Gastaldo, 46 anni, Marco Triches 38 e Antonio Candido 32 anni, i tre pompieri morti a causa della tremenda deflagrazione che ha provocato il crollo di una cascina a Quargnento, in provincia di Alessandria.

LEGGI ANCHE Cascina esplosa ad Alessandria, centinaia in lacrime ai funerali dei tre vigili del fuoco

È stata poi deposta una corona e dei fiori alla lapida dei caduti. Dopo un lunghissimo applauso hanno suonato le sirene in segno di rispetto e ammirazione per tre uomini caduti facendo il loro mestiere, nel quale credevano e per il quale non si risparmiavano.

Ultimo aggiornamento: 15:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA