Virus e batteri su autobus e metropolitana, sos di Telefono Blu: «Utenti a rischio a Napoli»

Domenica 26 Gennaio 2020 di Giuliana Covella
Batteri, virus, epidemie che si annidano in luoghi super affollati e che possono scatenare dal semplice raffreddore a varie forme d’influenza, fino a malattie infettive più o meno contagiose. Rischi che, inutile dirlo, si corrono quotidianamente utilizzando i mezzi pubblici. Ma ogni quanto vengono puliti autobus, treni e metropolitane? E gli utenti sono avvisati degli interventi di pulizia, che pure dovrebbero avvenire per legge sui mezzi del trasporto pubblico? In tempo di virus ed epidemie, specie in quest’ultimo mese in cui c’è stato il picco influenzale, il rischio maggiore viene da quella che è una vera e propria “bomba” di batteri che viaggia su treni e bus ogni giorno. Un allarme che lancia Antonio Pariante, di Telefono Blu Consumatori Napoli: «La legge prevede che gli interventi di sanificazione vengano comunicati a bordo mediante affissione pubblica. Ma di tutto ciò non c’è traccia in questo ultime settimane e i mezzi pubblici continuano ad essere veicolo di malattie, specie in questo periodo». «L’obbligo di questa comunicazione discende dalle normative dei ministeri di salute e trasporti - prosegue il referente di Telefono Blu Napoli - ma le nostre aziende locali evidentemente lo trascurano da tempo e demandano alle ditte di pulizia questa informazione».

LEGGI ANCHE Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere 

Pariante ha chiesto pertanto ad alcuni enti, nell’ambito di una verifica rivolta a tutte le aziende del trasporto locale, «il riscontro dell’avvenuta sanificazione dei mezzi e della comunicazione degli interventi effettuati», riportata a bordo dei medesimi, come disposto dalle normative vigenti «nell’interesse della salute pubblica e dei diritti di informazione dei viaggiatori».  Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio, 06:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA