Tramonto nella Crypta Neapolitana
«Un tesoro da riaprire al pubblico»

ARTICOLI CORRELATI
di Oscar De Simone

«Al tramonto andammo a visitare la grotta di Posillipo, nel momento in cui dall'altro lato entravano i raggi del sole al tramonto. Comprendo coloro che escono di senno per Napoli». Con queste parole Goethe descriveva nel 1797 lo spettacolo naturale che osservò alla Crypta neapolitana. Oggi associazioni e cittadini sono tornati in zona per rivivere queste stesse emozioni. Con poesie e versi di Seneca, Strabone e lo stesso Goethe, hanno ricreato le antiche atmosfere che si respiravano ai piedi della grotta che collega ancora oggi l’area di Fuorigrotta e Mergellina.
 

«Abbiamo assistito ancora una volta ad uno spettacolo meraviglioso» dichiara Graziano Ferrari dell’associazione Cocceius, «che si ripete due volte l’anno. Con queste iniziative vogliamo sensibilizzare le istituzioni per la riaperutra di questo antico percorso viario. Percorso che è rimasto chiuso troppo a lungo, privando la cittadinanza di un patrimonio unico al mondo».
Giovedì 28 Febbraio 2019, 18:34 - Ultimo aggiornamento: 28-02-2019 18:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP