Cooperativa 25 Giugno, de Magistris accusa il governo: «Subito i soldi»

«Trovo assurdo che il governo non solo tagli agli enti locali ma anche che poi non dia subito i soldi a lavoratori che il governo stesso deve pagare. Noi siamo vicini ai soci cooperatori, lavoratori che vivono momenti di ansia e cerchiamo di sopperire ai tagli, alle inerzie e alle dimenticanze dell'esecutivo». Queste le parole del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in riferimento alla vertenza dei soci della Cooperativa 25 Giugno. Il sindaco ha ricordato che con una delibera di giunta, l'amministrazione «ha anticipato una mensilità ai lavoratori e il governo si era impegnato a restituirci i soldi ma fino ad ora non è arrivato nulla e, se il governo non pagherà, non so come e dove troveremo nuovamente le risorse per anticipare gli stipendi ai lavoratori».



De Magistris ha espresso anche preoccupazione in riferimento gli Apu, progetto finanziato dalla Regione e - ha affermato - «poi come tutte le promesse di futuri posti di lavoro sono state promesse al vento. Noi abbiamo avviato un carteggio e un tavolo con il governo perché il Comune mette in campo progetti affinché i lavoratori possano continuare a lavorare per impieghi socialmente utili e il ministero dell'Economia l'altro giorno, con una lettera del ministro Di Maio ha preso l'impegno per individuare le risorse economiche. Noi a breve manderemo i progetti per verificare se le risorse economiche ci sono veramente».
Venerdì 15 Marzo 2019, 14:11 - Ultimo aggiornamento: 15-03-2019 14:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP