Inchiesta «Why not», de Magistris: «La storia non può essere cambiata»

Giovedì 12 Settembre 2019
«Leggo dichiarazioni molto affrettate da parte degli imputati senza ancora leggere la motivazione. Però ci sono alcune cose chiare dalle quali non si può scappare: il fatto storico è ricostruito in via definitiva». Lo dichiara Luigi de Magistris commentando la sentenza della Cassazione che ha annullato il pronunciamento della Corte d'Appello di Salerno sul caso Why Not.

«La Cassazione - aggiunge de Magistris - non può entrare nel fatto. La sentenza della Corte d'Appello di Salerno in cui si parla di condotte, seppur prescritte, di abuso d'ufficio, quindi di sottrazioni illecite delle inchieste Why not e Poseidone, al fine di danneggiarmi e avvantaggiare gli indagati, è un fatto storico acclarato e la storia non può essere cambiata, qualunque sia la motivazione della Corte di Cassazione». Ultimo aggiornamento: 10:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA