Formiche all'ospedale San Giovanni Bosco, l'ira dei sindacati: «Colpa della direzione»

Giovedì 3 Gennaio 2019 di Melina Chiapparino
A distanza di poche ore dalla scoperta del secondo paziente in due mesi ricoperto dalle formiche, sindacati e comitati cittadini puntano il dito contro la direzione sanitaria dell’ospedale San Giovanni Bosco. «L’unico responsabile dell’igiene del presidio è il direttore della struttura - dichiara Mario De Santis, consigliere regionale del Nursing Up - La vicenda è nota e atavica e i vari direttori succedutisi non hanno mai saputo affrontarla per ignavia e incompetenza».

Nella nota del sindacalista è specificato che «Giuseppe Matarazzo, direttore sanitario, era già informato del problema ma non ha mai voluto e saputo intervenire, pertanto è da ritenersi il vero responsabile della permanenza delle formiche e chiederemo alla direzione generale dell’Asl la sua rimozione e un procedimento disciplinare nei suoi confronti».

Anche dal Comitato Sanità Campania arriva un duro monito ai vertici ospedalieri: «Siamo di fronte l’ennesimo caso in cui si vede la mancanza di seria managerialità in un grande complesso ospedaliero - si legge nella nota di Alessandro Citarella, presidente del Comitato - La dirigenza continua la sua politica di chiusura e sistemi solo punitivi per chi è in prima linea». «Chi non si dimostra in grado di organizzare la struttura va spostato - conclude la nota - la Regione non si erga più a paladina di cose che ha dichiarato essere l'eccellenza sanitaria».

«Adesso sospendeteci tutti ma tutti a iniziare dai primari ai mattinieri organizzativi e coordinatori senza dimenticare il direttore sanitario che cade sempre dalle nuvole e prega solo di andare via dal nostro presidio - è scritto sulla pagina facebook della Cgil - il problema è strutturale non è possibile pretendere che il personale oltre al giro visite e di monitoraggio verso i pazienti faccia anche il giro formiche,il giro topi e il giro scarafaggi».

Anche Francesco Emilio Borrelli, consigliere dei Verdi e membro della Commissione Sanità, non risparmia critiche alla dirigenza in questione: «Chiediamo interventi drastici nei confronti dei vertici dell'ospedale e si proceda con massima urgenza ad una bonifica strutturale». «In seguito a un sopralluogo effettuato nei giorni scorsi abbiamo segnalato al direttore della Asl Napoli 1 Forlenza di aver riscontrato la presenza significativa di formiche nello stesso bagno della stanza dove fu ritrovata la paziente srilankese successivamente deceduta - conclude Borrelli - Non si può giustificare oltre, è il momento di agire con la massima determinazione, perciò ho chiesto al direttore Forlenza di valutare interventi drastici e immediati nei confronti dei vertici dell’ospedale».  © RIPRODUZIONE RISERVATA