La svolta di Forza Italia in Campania: facce nuove e più presenza sui social network

di Carlo Porcaro

Forti del 20 per cento ottenuto (al Senato) alle Politiche, i dirigenti campani di Forza Italia chiederanno al leader Silvio Berlusconi di poter contare di più a Roma. È questa la richiesta emersa dalla riunione svoltasi ieri pomeriggio nella sede del partito tra vertici locali, eletti e non eletti. «Non tanto una rappresentanza personalistica, ma in tutti i luoghi delle scelte dovranno esserci anche esponenti della nostra classe dirigente per occuparsi di temi cruciali come abbattimenti, Rca auto, problemi della scuola: sono istanze che vogliamo condividere con i vertici nazionali», ha chiarito in merito Paolo Russo, coordinatore Grande Napoli.

La seconda novità è l'allargamento degli organismi dirigenti anche con facce nuove esterne a Forza Italia: il primo a parlare di ristrutturazione del partito è stato lo stesso coordinatore regionale Domenico De Siano. La terza, più operativa ma decisamente strategica in vista delle Europee dell'anno prossimo e soprattutto delle Regionali del 2020, è intensificare la presenza sui social come strumento di lotta in primis con i grillini da sempre abilissimi sul web. Insomma, gli azzurri si ritengono soddisfatti del risultato ottenuto, ma consapevoli del boom a Cinquestelle sono già pronti a ripartire e riorganizzarsi. A quanto si apprende, Berlusconi in persona ieri ha chiamato due volte De Siano per congratularsi del buon esito del voto in Campania dove la marea grillina ha travolto tutti o quasi. Aria di entusiasmo, infatti, ieri nell'incontro con tutti i candidati nella sede del partito anche se mancavano «per assenza giustificata» due big come Flora Beneduce e Severino Nappi, rammaricati per essere stati bocciati nei collegi uninominali in cui correvano. De Siano ha ringraziato tutti per «il grande impegno speso» e poi ha tracciato l'analisi del voto evidenziando «il totale abbandono del Pd che non ha retto, mentre dove c'è stato un equilibrio di sistema il centrodestra se l'è giocata con i Cinquestelle».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 7 Marzo 2018, 09:09 - Ultimo aggiornamento: 07-03-2018 10:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP