Elia, la fisioterapista morta di coronavirus. L'ultimo messaggio: «Non sono mai stata così male»

Mercoledì 1 Aprile 2020

Era malata dal 13 marzo, da quando nell’ambito del suo lavoro, era entrata a contatto con alcuni pazienti risultati positivi al coronavirus ospiti del centro di riabilitazione Villa Adria di Ancona. Era una delle cinque dipendenti messe in quarantena domiciliare poiché presentava febbre e difficoltà respiratoria. Era, perché ieri mattina Elia Fratini, fisioterapista di 62 anni, originaria di Colli del Tronto, si è spenta nella sua abitazione ad Agugliano. La storia è raccontata da Il Corriere Adriatico.
 

 

A trovarla senza vita, il compagno che dopo aver lanciato l’allarme al 118 a sua volta è stato ricoverato in ospedale e intubato per le gravi condizioni. Elia stava male, lottava contro i sintomi di quel nemico invisibile che è il Covid-19 anche se di fatto non le era stato diagnosticato. Una malattia che progressivamente l’ha indebolita e debilitata, fino al tragico epilogo.

Ultimo aggiornamento: 13:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA