Attentato a Strasburgo, l'ex sindaco di Ischia Ferrandino: «Mi sono rifugiato in un negozio»

Mercoledì 12 Dicembre 2018 di ​Massimo Zivelli
Gli spari improvvisi, le urla di paura e disperazione e poi il fuggi fuggi. Si trovava in strada assieme ad alcuni collaboratori al momento dell'attentato, l'eurodeputato Giosi Ferrandino, che alle prime detonazioni si è rifugiato in un negozio dove è rimasto poi per più di due ore, fin quando la Gendarmerie non è arrivata per trasferire tutti in un luogo più sicuro. L'ex sindaco d'Ischia ed esponente PD da poco aveva lasciato la sede dell'Europarlamento a Strasburgo per recarsi in un vicino ristorante dove aveva prenotato per assistere al match fra Liverpool e Napoli.

Al ristorante però non c'è mai arrivato e la partita chiaramente se l'è persa. A sbarrargli la strada, l'attentatore. "Troppa confusione intorno, ho sentito solo i colpi di pistola e ho visto gente che scappava in tutte le direzioni. Non ho avuto materialmente il tempo di inquadrare l'attentatore che e' entrato in azione a non più di una trentina di metri di distanza dal nostro gruppetto. Si e' trattato di un evento drammatico e di una esperienza che non auguro a nessuno, ma non si può' abbassare la testa nei confronti di questi folli criminali ed omicidi. La mia piena solidarietà al popolo francese per queste nuove vittime del terrorismo".
  © RIPRODUZIONE RISERVATA