Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Droni Bayraktar, la raccolta fondi da record dell'Ucraina: raccolti 20 milioni in tre giorni (per acquistarne 4)

Sabato 25 Giugno 2022
Droni Bayraktar, la raccolta fondi da record dell'Ucraina: raccolti 20 milioni in tre giorni (per acquistarne 4)

Se è vero che l'unione fa la forza, gli ucraini ne hanno eccome. Perché la raccolta fondi lanciata dallo showman ucraino Serhiy Prytula ha avuto un successo clamoroso. Non cambierà le sorti nella guerra nell'immediato, ma darà di certo una mano alle truppe di Kiev: in tre giorni da donazioni volontarie sono stati raccolti 600 milioni di grivnie (20 milioni di dollari) che finanzieranno l'acquisto di quattro droni Bayraktar. La cifra è stata trasferita alla Serhiy Prytula Charity Foundation. «Il compito era raccogliere soldi per tre Bayraktar in sette giorni, ma abbiamo raccolto i soldi per tre Bayraktar in tre giorni. Ci sono anche dei soldi in più, quindi prenderemo il quarto», ha detto Prytula. 

Il progetto

Il progetto era stato lanciato il 22 giugno, il giorno del suo compleanno, e in tre giorni ha raccolto più di quanto lui stesso avrebbe immaginato. E non è di certo la prima volta che i civili contribuiscono all'acquisto di attrezzatura militare in guerra. In tutta l'Ucraina sono state tantissime le iniziative, che hanno poi coinvolto anche altri Paesi (la Lituania ha raccolto 5 milioni in tre giorni e ha acquistato un drone nelle scorse settimane) e anche la Kalush Orchestra dopo la vittoria dell'Eurovision ha messo all'asta il trofeo vinto ricavandone 800 mila euro. Anche quelli serviti per acquistare droni per Kiev.  

 

Ultimo aggiornamento: 19:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA