Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Zelensky, dal caso Trump alla crisi Covid fino alla guerra: così l'ex comico ha conquistato il suo popolo

Martedì 10 Maggio 2022
Zelensky, dal caso Trump alla crisi Covid fino alla guerra: così l'ex comico ha conquistato il suo popolo

Un ex aiutante del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha raccontao come il comico di una volta sia maturato durante i suoi tre anni da presidente, diventando il miglior leader che l'Ucraina potesse chiedere tra le attuali sfide politiche e militari della guerra in corso. Eletto in carica nell'aprile 2019, il mandato di Zelensky è stato afflitto da momenti di crisi sin dall'inizio. 

Iuliia Mendel, una giornalista ucraina che ha servito come addetta stampa per Zelensky da giugno 2019 a luglio 2021, ha detto a Insider che il presidente ha dovuto fare i conti con tanti momenti difficili durante il suo breve periodo in carica. Dallo scandalo Donald Trump-Ucraina del 2019 alla pandemia di coronavirus, Mendel ha affermato che il mandato di Zelensky «non è stato così facile come presidenza». E questo, ovviamente, prima di tenere conto dell'invasione su larga scala lanciata dalla Russia contro l'Ucraina all'inizio di quest'anno che ha provocato migliaia di morti e distruzioni. 

 

 

Zelensky, così ha conquistato il mondo

Il ritrovato ruolo di Zelensky come presidente in tempo di guerra gli è valso il plauso internazionale e la fiducia quasi unanime da parte degli ucraini in patria, evidenziato dall'aumento degli indici di approvazione. Prima della sua presidenza, Zelensky era noto al pubblico per il suo ruolo di intrattenitore. Ex comico e attore, ha interpretato il presidente ucraino in una serie televisiva e ha vissuto un periodo di fama nella versione ucraina di Ballando con le stelle. Sebbene abbia conseguito una laurea in giurisprudenza presso l'Università nazionale di economia di Kiev nel 2000, Zelensky era relativamente inesperto in politica all'inizio della sua presidenza.

«Il presidente Zelensky ha cercato di aprire gli ascensori sociali per dare più spazio ai talenti di diverse sfere nel governo ucraino, il che si è dimostrato un approccio piuttosto innovativo e diverso», ha detto Mendel a Insider. 

 

 

Le elezioni e il livello di gradimento

Iuliia Mendel ha ottenuto il suo lavoro nell'amministrazione tramite un concorso indetto dallo stesso Zelensky. Ha battuto altri 4.000 concorrenti per ottenere il ruolo di portavoce principale del presidente. Ma nonostante i primi sforzi per diversificare la sua amministrazione, il presidente e il suo team hanno lottato all'inizio, secondo Mendel: «Penso che all'inizio abbiano avuto molti fraintendimenti su cosa sia la politica».

 

Alcuni ucraini erano apparsi scettici sulla mancanza di esperienza politica di Zelensky. Sebbene abbia abbia vinto facilmente le elezioni, i suoi indici di approvazione non erano quelli di un presidente popolare prima dell'invasione della Russia. Secondo un sondaggio nazionale del Ratings Sociological Group nel dicembre 2021 solo il 31% degli ucraini ha approvato il lavoro che stava portando avanti. Ma - secondo Mendel - i bassi indici di approvazione e le crisi cumulative non potevano competere con la perseveranza di Zelensky. «È una persona che non si arrende mai, è uno dei suoi principi», ha detto.

 

 

«Resto nella capitale»

La tenacia del presidente è stata messa alla prova quando le forze russe hanno invaso l'Ucraina nelle prime ore del 24 febbraio. Con i missili che colpivano la capitale Kiev, Zelensky è rimasto fermo, fornendo aggiornamenti quotidiani da un rifugio sotterraneo segreto, nonostante la Russia lo avesse individuato come «il nemico numero uno». «Resto nella capitale, resto con la mia gente... E ci rimarrò nella capitale», ha dichiarato in un discorso il primo giorno di guerra. Da allora non ha mai lasciato il paese. A marzo, le percentuali di approvazione di Zelensky sono salite a oltre il 90% conquistando anche gli ucraini più scettici.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche