Gentiloni mercoledì a Berlino a lezione di “grande coalizione” da Merkel

di Marco Conti

ROMA A pranzo da Angela Merkel. Paolo Gentiloni domani sarà a Berlino dove incontrerà la Cancelliera tedesca che sta mettendo a punto gli ultimi dettagli dell’alleanza con i socialisti di Schultz. Mesi di dettagliatissime trattative - anche sul destino dei lupi - per cinque anni di governo con una maggioranza tra cristiano-democratici e socialisti che ripeterà gli equilibri della passata la legislatura. D’altra parte il ritorno al voto, sondaggi alla mano, non conveniva nè alla Merkel nè a Schultz e domani Gentiloni proverà forse a chiedere alla Merkel come si costruisce una grande coalizione che in Italia viene definita ‘inciucio’ da coloro che disprezzano il ruolo del Parlamento.

Sul tappeto anche la costruzione di un’Europa più forte che Berlino e Parigi intendono costruire e che non attenderà più di tanto l’esito delle elezioni italiane. Gentiloni parlerà poi alla von Humboldt University."Italy and Germany together for a stronger Europe", l’argomento della lezione.

Sul rischio di stallo posto voto si sono pronunciati di recente sia Silvio Berlusconi che Matteo Renzi trovandosi d’accordo sul ritorno al voto qualora non ci sia un vincitore. La stessa tentazione che ad ottobre ha avuto il socialista Schultz, ma poi il continuo trend negativo sia del Pse che della Cdu-Csu, hanno spinto i due partiti a cercare un faticoso accordo.

Più o meno quello che potrebbe accadere in Italia dopo il 4 marzo.
Martedì 6 Febbraio 2018, 14:45 - Ultimo aggiornamento: 06-02-2018 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-06 16:37:35
ecco appunto: loro, i tedeschi, che sono pesantoni, ottusi, ragionano così: visto che dobbiamo fare 'sto governo assieme, PRIMA mettiamoci d'accordo dall'A alla Z su COSA può fare 'sta "grande coalizione". noi: visto che dobbiamo (ma senza grande sofferenza) governare assieme, PRIMA pensiamo ALLE POLTRONE. anzi no: SOLO alle medesime. se a te vanno gli interni, a me gli esteri; e così via. con la variante: che io sappia, la SPD non ha consimili della "corrente emiliano", "corrente orlando" per gli ulterio sottoscannamenti interni. nè tantomeno questi problemi pare li abbia la merkel. mi sa che il titolo è sbagliato: è gentiloni che deve spiegare alla merkel i perchè e i percome dello spettacolo cui la cancelliera dovrà assistere. l

QUICKMAP