Emergenza profughi, Maffeis: «L'accoglienza è a carico della Chiesa»

ARTICOLI CORRELATI
di Francesco Lo Dico

5
  • 6
È anche grazie al suo paziente lavoro svolto per conto della Conferenza episcopale italiana, che dopo il lungo braccio di ferro ingaggiato dal Viminale con l'Europa si è infine giunti al disgelo sulla nave Diciotti. Ma a poche ore dall'arrivo dei cento migranti adottati dalla Chiesa nel centro ecclesiastico di Rocca di Papa, don Ivan Maffeis, sottosegretario della Cei e direttore dell'Ufficio per le comunicazioni sociali, allontana i toni trionfalistici: «La nostra spiega - è stata una risposta di supplenza. Un gesto simbolico che riguarda poche centinaia di persone e sarà totalmente a carico della Chiesa. Ma di fronte a un fenomeno migratorio così ampio, la vera risposta che un Paese democratico deve dare matura da processi ben diversi».

Molti hanno sollevato in queste ore qualche dubbio. L'accoglienza sarà a carico dello Stato o della Chiesa?
«Non si può pensare di compiere un gesto di solidarietà verso persone in difficoltà, e poi non essere conseguenti anche sul piano economico. Va chiarito che l'accoglienza sarà gratuita, a carico della Chiesa italiana, in strutture delle nostre diocesi. Altri tipi di soluzione avrebbero svilito il senso del nostro intervento».

L'ospitalità sarà garantita con i fondi della Cei?
«La Cei si impegna simbolicamente a sostenere l'accoglienza con i fondi dell'otto per mille, ma in realtà l'esperienza ci insegna che nessuna diocesi ha mai chiesto in passato rimborsi. È il segno tangibile di quella solidarietà e di quella condivisione che caratterizza le nostre realtà ecclesiali. Sui territori la gente è molto più disponibile e generosa di quanto si possa pensare».

L'arrivo dei migranti a Rocca di Papa ha sollevato tuttavia il malumore dei cittadini. È preoccupato?
«Ho parlato con il sindaco nel primo pomeriggio e l'ho trovato molto sereno. Tuttavia non bisogna sottovalutare eventuali proteste o pensare di sostituirsi a chi vive il territorio e può avvertire l'esigenza di sollevare temi sui quali confrontarsi».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 29 Agosto 2018, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 29-08-2018 15:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-08-29 14:54:23
Sono in atto migrazioni di massa, intere nazioni tenteranno di migrare verso l'Europa imponendo la loro cultura e il loro fondamentalismo religioso, restii come sono al confronto, alla tolleranza e all'integrazione. Ad un'ondata del genere bisogna contrapporre una diga, devono essere aiutati nel loro paese con ogni mezzo e risorsa. Se si crea un buco in questa diga anti-invasione l'occidente crollerà e tutto sarà sommerso. Il pietismo è simile a quel medico che invece di tagliare la gamba in cancrena fa perire per pietismo l'ammalato.
2018-08-29 13:58:59
noi continuiamo a ripeterci.... abbiamo ospitato altri 100 e più migranti, li abbiamo parcheggiati a rocca di papa, li distribuiremo in varie diocesi, con quali prospettive? daremo subito un lavoro, una casa , la possibiità di condurre una vita normale? o vedremo altri 100 e più clandestini bighellonare per le vie della città con smartphone in una mano e l'altra stesa a chiedere elemosina, se non addirittura arruolati nell'esercito dello spaccio e della microdelinquenza. Certo anche loro hanno il diritto di campare ed anche se spacciano per vivere , come ha sentenziato oggi un giudice, non sono passibili di reato. Così anche oggi abbiamo avuto notizie confortanti che ci aiutano capire perchè dobbiamo augurarci che i nostri figli scappino via da questo paese.
2018-08-29 10:32:50
Quante bugie , scrivono i sostenitori dei sorosiani e della sinistra, consapevoli che alla fine chi paga saremo noi contribuenti. propaganda pro invasori, nient´altro che poi il viaggio e arrivo venga fatto a televisioni unite la dice lunga sulla umparzialitá dei media e dei magistrati italici
2018-08-29 07:39:44
e cosi' andranno dalla cenere alla brace , speriamo che nel gruppo non ci siano minorenni ... che I centri sociali controllino
2018-08-29 12:05:16
don't worry...he also like no minors; social centers earn anyway

QUICKMAP