Otto per mille, aumentano le firme a favore della chiesa cattolica: ecco come sarà speso il miliardo di euro

Otto per mille, aumentano le firme a favore della chiesa cattolica: ecco come sarà speso il miliardo di euro
di Franca Giansoldati
Giovedì 19 Maggio 2016, 15:44 - Ultimo agg. 21 Maggio, 22:18
2 Minuti di Lettura
CITTA' DEL VATICANO Otto italiani su dieci firmano a favore della Chiesa cattolica. Le firme sulle denunce dei redditi risultano in aumento rispetto all’anno precedente. I dati forniti  dal Ministero dell'Economia e delle Finanze alla Cei sono stati comunicati a tutti i vescovi riuniti in assemblea in Vaticano. Quest’anno la somma relativa all'otto per mille dell'Irpef erogata è di 1.018.842.766 euro contro i circa 9995.462.000 del 2015. La somma di quest'anno è determinata da 1.011.841.026 euro a titolo di anticipo dell'anno 2016 ed un conguaglio sulle somme riferite all'anno 2013 di 7.001.739 euro.

I vescovi hanno approvato di ripartire il denaro in questo modo: 392.842.000 euro per le esigenze di culto e pastorale (meno dell'anno scorso visto che erano 403.462.000), 270.000.000 per gli interventi caritativi (5 milioni in più dell'anno scorso, che andranno in particolare alle diocesi), e 350 milioni per il sostentamento del clero (più dell'anno scorso, visto che erano 327 milioni).  «In Italia abbiamo 700 cantieri aperti per il culto e la pastorale - ha commentato il cardinale Angelo Bagnasco -. I 350 milioni ci permettono poi di avere un clero totalmente disponibile, con retribuzioni in tre fasce diverse che vanno dagli 800 a un massimo di 1.300 euro mensili».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA