Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, «Heil Hitler»: sui muri del liceo insulti e svastiche contro il professore antifascista

Sabato 24 Novembre 2018
Roma, «Heil Hitler»: sui muri del liceo insulti e svastiche contro il professore antifascista
«Zecche di mer...». E poi scritte, insulti e svastiche contro il professore e presidente della sezione Anpi Marconi «Ragazze della Resistenza» Andrea Barbetti, ieri mattina sono comparse sui muri del liceo Montale di via Paladini, in zona Portuense a Roma. A denunciare l'accaduto è Anpi Roma, spiegando che Barbetti è un «autorevole componente della Commissione provinciale scuola e del direttivo dell'Anpi di Roma» e «nella scuola svolge il preziosissimo ruolo di professore, impegnato per l'affermazione dei valori della Costituzione e dell'antifascismo».

La scritta «heil Hitler» è comparsa anche sulle pareti interne del Liceo. Secondo quanto riferito la scuola avrebbe poi provveduto a cancellare le scritte. Sul posto gli agenti del commissariato San Paolo. È stata informata la Digos.


«Solidarietà al professor Andrea Barbetti, esponente dell'Anpi e presidente della sezione Anpi 'Ragazze della Resistenzà, oggetto delle scritte intimidatorie che sono comparse presso il Liceo Montale». Lo ha affermato la sindaca di Roma Virginia Raggi. «Un gesto molto grave che ci riporta ad un tempo che non ci appartiene e che condanniamo con fermezza, in attesa che gli organi preposti facciano luce sull'accaduto e individuino i responsabili - conclude - Vicinanza dunque al professore Barbetti, impegnato quotidianamente nel trasmettere ai giovani i valori autentici della Costituzione e del vivere civile e democratico».

Il comitato provinciale dell'Anpi di Roma si stringe «ad Andrea e chiede alle autorità competenti di individuare prontamente i responsabili del gesto e di sanzionarli a norma di legge. Non si tratta certo di una ragazzata, ma di un tentativo consapevole e cosciente di intimidazione, portato con la consueta vigliaccheria che da sempre caratterizza le azioni nazifasciste», continua Anpi Roma. 

«Le scritte - sottolinea Anpi Roma - sono state fatte in una parete dove già lo scorso anno erano comparse deliranti frasi volte contro Anna Frank e che anche grazie all'operato di Andrea, i ragazzi della scuola avevano coperto con una poesia di Montale 'La primavera hitlerianà». «Evidentemente la meritoria azione che Andrea e tutti i componenti della Sezione 'Ragazze della Resistenzà svolgono con passione e competenza nelle scuole e nel territorio - conclude Anpi - è di elevata efficacia, toglie ossigeno alle menzogne fasciste e razziste che solo dove regna paura e ignoranza possono svilupparsi e provoca quindi in coloro che le propalano tali reazioni violente e impotenti».
Ultimo aggiornamento: 12:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA