Roma, blitz in alberghi, alimentari e sale slot dall'Esquilino a Trastevere: dieci denunciati

Sabato 17 Agosto 2019
Alberghi, negozi alimentari, stabilimenti balneari e ristoranti: tanti i locali sotto osservazione dal parte delle polizia e della Asl a tutela del consumatore. In particolare gli agenti della polizia Amministrativa hanno controllato 5 strutture alberghiere. Di queste, una situata in zona Esquilino, totalmente abusiva e oggetto di provvedimento del Questore per immediata cessazione. Un'altra, nella stessa zona, è stata sanzionata penalmente per omessa comunicazione degli alloggiati e per omesso versamento delle tasse di soggiorno e mancanza della certificazione antincendio. Nella zona del comune di Ciampino è stata eseguita una sanzione di 40 mila euro per ampliamento della capacità ricettiva per 50 posti letto e l'assenza della cartellonistica di sicurezza antincendio. Sono state, inoltre, controllate tre sale gioco: una di queste è stata sanzionata per mancata verifica del rispetto del divieto di fumo e il titolare è stato denunciato per il mancato rispetto delle prescrizioni della licenza, le altre due sale sono state sanzionate per inottemperanza all'ordinanza sindacale sugli orari di funzionamento delle macchine slot.
Sono state inoltre effettuate delle verifiche presso 8 esercizi pubblici e commerciali che hanno condotto ad una sanzione al titolare di un bar-ristorante per gravi carenze igieniche e una segnalazione alla Asl e all'ispettorato del lavoro per la regolarità dei lavoratori dipendenti; un altro invece è stato denunciato per frode in commercio e, all'interno del locale, è stato trovato un vigilante denunciato per porto abusivo d'arma. In zona Prenestino un esercizio adibito alla vendita della canapa è stato sanzionato per irregolarità su etichettatura dei prodotti con contestuale sequestro amministrativo della merce, attualmente in analisi presso le Dogane per verifica valori legali di Thc; in zona Trastevere, il titolare di un minimarket è stato sanzionato per la vendita di alcolici oltre l'orario consentito e per l'ampliamento dell'attività senza Scia e carenze igieniche. In zona Esquilino un ristorante cinese è stato controllato congiuntamente con personale dell'Asl, che ha portato al provvedimento di chiusura dell'attività per gravi carenze igieniche, distrutti sul posto circa 40 chili di alimenti. 
erifiche presso associazioni culturali hanno portato, in zona Trastevere, all'individuazione e alla denuncia del titolare di un circolo italo greco per frode in commercio, per mancate indicazioni su alimenti somministrati ed è stata contestata l'attività di esercizio pubblico abusivo sotto la parvenza di circolo. In zona San Giovanni, invece, è stata contestata la somministrazione abusiva a non associati, quindi è stato denunciato penalmente il presidente per mancanza di autorizzazione per spettacoli di arte varia ed è stato avviato il procedimento per cessazione attività abusiva. Infine, nell'ambito di controlli sui litorali, a Roma Lido sono state esaminate due attività per accensione di fuochi artificiali in occasione del ferragosto; ad Anzio è stato sanzionato per 5 mila euro per somministrazione di alcolici abusiva mentre due ristoranti sono stati sanzionati per 4 mila euro per mancata osservanza della procedura haccp.
© RIPRODUZIONE RISERVATA