Blitz in campagna, polizia sequestra
piantagione di marijuana: 3 denunce

Martedì 15 Settembre 2020 di Nicola Sorrentino
CORBARA. Un blitz degli agenti del commissariato di polizia di Nocera Inferiore, guidato dal vice questore Luigi Amato, ha permesso nel pomeriggio di ieri di sequestrare grossi quantitativi di stupefacente. Gli agenti sono andati a colpo di sicuro, dopo aver raccolto una serie di importanti informazioni, nel comune di Corbara, all'interno di una costruzione. E cioè, riguardo una serie di coltivazioni sospette in alcuni giardini pertinenziali.  La stessa costruzione era stata osservata anche dall'alto, con un drone, attraverso controlli specifici a fornire riscontro a quanto raccolto nelle fasi precedenti al blitz. Qui, gli uomini della sezione investigativa hanno trovato ragione dei loro sospetti, scoprendo e poi sequestrando una piantagione di marijuana. Un successivo controllo, svolto sul resto dell'abitazione, ha permesso inoltre di sequestrare un'ulteriore pianta già essiccata, di circa 550 grammi. Il totale del materiale sequestrato, consiste, dunque, in 9 piante di canapa indiana dell'altezza media tra 3,50 e 4 metri, coltivate all'interno di una serra artigianale. Al termine delle operazioni, la polizia ha denunciato a piede libero tre persone, accusate in concorso di detenzione di sostanze stupefacenti e coltivazione di piante. Si tratta B.S. , il fratello gemello B.A. , entrambi di 54 anni e R.M.C. di 82 anni. Le attività investigative non sono però concluse: la polizia sta svolgendo ulteriori accertamenti per scoprire a chi fosse eventualmente destinata quella quantità di stupefacente. Nelle ipotesi, anche ad assuntori esterni, in altri comuni confinanti dell'Agro nocerino.  © RIPRODUZIONE RISERVATA