Marco Conforti: «Così sono diventato il primo influencer di viaggi in Italia»

Venerdì 30 Luglio 2021 di Bruno Majorano
Marco Conforti: «Così sono diventato il primo influencer di viaggi in Italia»

Dieci anni fa era un addetto alle vendite in un negozio di abbigliamento. Oggi è il travel blogger più seguito al mondo per i viaggi di lusso in Italia. Sembra l'inizio di un film, ma in realtà è solo la vita di Marco Conforti, 36 anni, nato a Eboli e oggi cittadino di tutto il Paese. «Da 10 anni racconto i viaggi più esclusivi in Italia e sono riuscito a trasformare la mia passione in un lavoro».

Tutto è nato per caso. «Perché 10 anni fa nessuno credeva nel potenziale di Instagram. Io invece non ho mai smesso di credere nel mio progetto. Il giorno dopo la del social delle foto mi trovavo a Salerno con un amico. Stavamo mangiando della frutta fresca e insieme decidemmo di scattare una foto. La sua a colori, la mia in bianco e nero con lo sfondo del porto di Salerno. Nell'arco di pochi minuti il mio scatto ebbe un successo clamoroso per i numeri che all'epoca caratterizzavano Instagram». E da quel momento è venuto fuori quello che oggi è il profilo Instagram più seguito al mondo per i viaggi di lusso in Italia. Si tratta di Italian Places (@italian_places) e rappresenta la bussola per tutti quelli che vogliono esplorare il nostro Paese. 

 

«Da quella prima foto sono stato contattato da un albergatore di Positano. Mi ha inviato nella sua struttura per qualche giorno. Avrei dovuto fare solo qualche foto del suo hotel da pubblicare sulla mia pagina. Dopo qualche settimana sono arrivate le prenotazioni da parte di turisti stranieri che avevano scoperto la sua esistenza grazie ai miei post». Il resto è venuto da sé, come dimostrano gli oltre un milione di follower che seguono la pagina curata da Marco Conforti.

«In realtà ho anche una pagina personale con il mio nome, mentre su Italian Places mi piace che ad essere protagonista sia il luogo dove vado». E allora spazio a terrazze con vista sul Colosseo, indimenticabili scorci segreti, camere con vetrate da sogno a picco sul mare. Ma se oggi Marco Conforti ha raggiunto questo successo lo deve anche a un lavoro costruito negli anni. «All’inizio ero uno dei pochi a credere nelle possibilità di Instagram e quinid mi toccava mandare personalmente le proposte agli hotel. Poi sono iniziate ad arrivare le mail e le telefonate da tutta Italia».

Così è diventato una trottola, anche nel periodo del Covid e del lockdown forzato. «Sto sempre in giro e ammetto che ho anche provato a fare qualcosa all'estero, ma mi sono reso conto di non avere abbastanza tempo. Faccio tutto da solo e non ho alcuna intenzione di cedere il marchio. Me lo sono creato io e ci tengo da morire».

Ultimo aggiornamento: 18:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA