Napoli piange Teresa Trevico:
addio alla mamma di Sasà Men

A sinistra Teresa Trevico in  una puntata di TeleGaribaldi, a destra ancora lei mentre recita col figlio Rosario Verde nei panni di Sasà Men
di Gennaro Morra

  • 6645
Si è spenta all’età di 85 anni Teresa Trevico, madre dell’attore Rosario Verde. Mamma e figlio sono conosciuti dal pubblico in Campania per aver preso parte a “TeleGaribaldi”, popolare trasmissione comica degli anni 90 che andava in onda dagli studi televisivi di Teleoggi, poi diventata Canale 9. Rosario Verde nel programma interpretava Sasà Men, mentre Teresa era la madre dell’impacciato supereroe, mettendo in scena se stessa.
 
Negli sketch Sasà Men era sempre alle prese con i suoi acerrimi nemici, Dolomiticus e Ratman (Marco Lanzuise e Raffaele Musella, che con Rosario formavano il gruppo comico Teandria), che ogni volta cercavano di mettere in atto un piano malvagio per creare problemi alla città di Napoli. Allora Sasà Men riceveva una chiamata da un telefono che gli veniva calato dal balcone in un paniere, entrava nel suo armadio per indossare il costume da supereroe ed era pronto per combattere i cattivi. Ma puntualmente la madre lo fermava per chiedergli di assolvere gli impegni casalinghi.
Diffusasi la notizia della scomparsa di Teresa, non sono mancati ricordi e messaggi di cordoglio pubblicati sui social network. «Ieri si è spenta la signora Teresa, la mamma di Rosario Verde, per tutti la mamma di Sasà Men – scrive Marco Lanzuise –. Con la sua spontaneità ci ha regalato momenti di gioia sia a “TeleGaribaldi” che a “Ciakkati”. Che Dio l'abbia in Gloria. Mi mancheranno i suoi racconti ricchi di detti popolari». E Lello Marangio la saluta così: «Oggi pomeriggio è deceduta la signora Teresa Trevico. Per tutti la mamma di Sasà Men, cioè di Rosario Verde e per me una seconda madre. Una signora dolcissima, tenera, dalla comicità spontanea, naturale e inconsapevolmente meravigliosa. Per anni di scrittura insieme al gruppo dei Teandria, lei è stata per noi fonte d’ispirazione inesauribile grazie al suo bagaglio di conoscenze veraci e popolari. Ha partecipato con grandissimo successo a programmi come “TeleGaribaldi” e “Ciakkati” ed ha girato con noi tutte le avventure di Sasà Men, regalando allegria ed amore sia a noi, che eravamo con lei, sia a tutto il pubblico a casa che le era affezionatissimo.
Riposa in pace Teresa, ti voglio bene. Grazie».
 
Protagonista di quella fortunata stagione per la televisione locale campana, anche Gianni Simioli ha voluto salutare Teresa: «Una donna straordinaria, una vera napoletana che sapeva giocare col figlio, travolta dai pazzi di “TeleGaribaldi” – ha detto il noto anchorman, che con Biagio Izzo condusse due stagioni della popolare trasmissione –. Io poi le ero particolarmente legato, perché lei era una cliente dei miei genitori, che avevano una macelleria a Capodimonte. Perciò ho di lei anche ricordi d’infanzia, oltre a quelli legati all’esperienza di “TeleGaribaldi”». E conclude: «È stata una vera mamma napoletana».
Lunedì 14 Gennaio 2019, 18:51 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2019 18:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP