La Grande Bellezza della Capri-Napoli:
resiste il fascino della maratona del Golfo

Mercoledì 1 Settembre 2021 di Diego Scarpitti
Capri-Napoli

Emozioni sul filo del mare. I Faraglioni e il Vesuvio sullo sfondo, con un nuotatore proteso nella sua classica bracciata. E' il logo iconico scelto per la 56esima edizione della Capri-Napoli trofeo Farmacosmo, la maratona regina del nuoto di fondo. Dal fascino inconfondibile e intatto, torna la prestigiosa kermesse organizzata da Luciano Cotena (Eventualmente Eventi & Comunicazione).

A sfidarsi nelle acque del Golfo ben 28 atleti di caratura internazionale, provenienti da Argentina, Belgio, Brasile, Francia, naturalmente Italia (con la pattuglia delle Fiamme Oro), Macedonia, Olanda e Usa. Domenica 5 settembre la tappa conclusiva della Fina UltraMarathon e l'assegnazione della Coppa del Mondo di specialita'. Partenza dal lido Le Ondine (ore 10.15), arrivo previsto al Circolo Canottieri Napoli (16.15): distanza di 36 km.

Napoli si riscopre nuovamente capitale. «Dopo gli Europei di calcio, le Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo, lo sport ha fatto aumentare la percezione dell'Italia nel mondo, Paese dotato di competenze e capacita'. E Napoli ha il merito di proseguire questo filone, gia' dalle Universiadi, riconfermandosi in prima linea. Momento bellissimo la Capri-Napoli, andata in scena, con coraggio, anche lo scorso anno nel pieno della pandemia», ricorda Sergio Roncelli, presidente Coni Campania, nel corso della conferenza stampa di presentazione presso l'Antisala dei Baroni al Maschio Angioino.

Esalta la bellezza e la fatica della manifestazione Paolo Trapanese, presidente Fin Campania. «Capri-Napoli patrimonio della citta'. Evento sportivo straordinario, impresa atletica importante. Partecipano nuotatori di spessore, che danno lustro e consentono che storia e tradizione vadano avanti. Rassegna inserita a pieno titolo nella Hall of Fame».

Illustra gli atleti impegnati nella traversata Stefano Rubaudo, coordinatore nazionale per il nuoto di fondo. «Simone Ruffini, Alessio Occhipinti, Barbara Pozzobon, il francese Axel Reymond, Edoardo Stochino e tanti altri. Conta la preparazione ma soprattutto trovare la corrente giusta. Prevarra' chi avra' maggiore coraggio nel cercare il percorso adeguato». Assente Arianna Bridi, vincitrice (con record) della scorsa edizione.

«Sara' una gara bella e interessante sotto il profilo tecnico. Napoli si conferma punto di riferimento a livello internazionale, merito anche di Luciano Cotena nell'aver convogliato tante e diverse eccellenze», osserva Luca Piscopo, consigliere Fin nazionale e coordinatore delle Fiamme Oro. 

Tra gli intervenuti Marco Gallinoro, vicepresidente sportivo della Canottieri Napoli, Filippo Massimo Gomez, presidente GuG Campania, Alfredo Pagano, presidente onorario della maratona di Napoli, con un pensiero affettuoso rivolto al compianto Rosario Mazzitelli. 

Riconfermato il binomio vincente con Farmacosmo. «E' il terzo anno di vicinanza e sostegno alla Capri-Napoli. Sport pulito ed evento meraviglioso, per rafforzare la visione di Napoli capitale dello sport. Nuotatori veri eroi», dichiara orgoglioso Fabio de Concilio, ceo di Farmacosmo, main sponsor della kermesse.

In collaborazione con la Clinica Montevergine, domenica 5 settembre verra' realizzato uno screening cardiologico gratuito. «Lo sport e' la prima cura, la prevenzione la nostra mission», assicura convinto l'amministratore delegato Antonio Merlino. 

Non subisce l'usura del tempo la sfida immersa nella Grande Bellezza. «Capri-Napoli storica competizione, una delle più longeve», precisa Luciano Cotena, approdato al 19esimo anno nell'organizzazione del big event. «Abbiamo lavorato al meglio in questi anni. Il turismo sportivo in forte crescita rende Napoli protagonista e con il sostegno delle istituzioni si puo' fare sempre di più e sempre meglio», precisa Cotena, soddisfatto per il recente riconoscimento. «Capri-Napoli inserita nella Hall of Fame: il 
7 maggio 2022 Napoli designata prossima sede della cerimonia di premiazione».

Ultima conferenza stampa del suo mandato per Ciro Borriello, assessore allo sport del Comune di Napoli. «Capri-Napoli esperienza straordinaria, un bel segnale, una delle più importanti manifestazioni del mondo organizzata con ingegno e semplicità. Nell'ultimo scorcio d'estate è cambiata l'immagine dell'Italia. Sport importante non solo per motivi di salute e le medaglie olimpiche restano scolpite nella memoria. Le istituzioni devono accompagnare e rendere il percorso meno impervio». 

Sara' assegnato, inoltre, il premio Coni, intitolato alla memoria di Giulio Travaglio. E' la Grande Bellezza della Capri-Napoli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA