La prima medaglia d'oro a Tokyo 2020 è un «terrorista»: le accuse all'iraniano ​Foroughi

Venerdì 30 Luglio 2021
La prima medaglia d'oro di Tokyo 2020 è un «terrorista»: le accuse all'iraniano Foroughi

La prima medaglia di Tokyo 2020 è stata di un iraniano, Javad Foroughi, oro della pistola 10 metri. A una settimana, quasi, dall'inizio della trentaduesima edizione delle Olimpiadi questa non è una notizia, ovviamente, anzi. Il problema è che ora, il tiratore a segno, è accusato di essere un terrorista dai suoi avversari, e non solo. Anche la giornalista persiana Masih Alinejad ha confermato su Twitter che il campione olimpico è membro delle Guardie rivoluzionarie, ed è anche stato inviato in Siria, paese in cui vengono uccise molte persone dall'Irgc.

 

 

Tokyo 2020, accuse di terrorismo: risponde il Cio

«Se hanno delle prove che ce le facciano avere: noi siamo qui», ha risposto il portavoce del Cio, Mark Adams, riguarda le accuse a Foroughi. «Come può un terrorista vincere l'oro? Questa è la cosa più assurda e ridicola», ha detto il coreano Jin Jongoh, 15/o nella stessa gara, mentre sui social sono partite petizioni per ritirare l'oro all'iraniano.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA