La Salernitana non sfrutta la superiorità:
solo 0-0 contro il Cosenza all'Arechi

Sabato 13 Marzo 2021 di Enrico Vitolo
La Salernitana non sfrutta la superiorità: solo 0-0 contro il Cosenza all'Arechi

Settimo pareggio nelle ultime dieci giornate e nuova occasione sprecata per avvicinarsi ulteriormente alla vetta. Come previsto alla vigilia da Castori, all'Arechi la Salernitana si ritrova di fronte un Cosenza decisamente vivo che prevale a mani basse nella sfida dell'intensità.

Per lunghi tratti, soprattutto nel primo tempo. Dopo il tentativo in rovesciata di Capezzi al 7', bloccato in due tempi da Falcone, la Salernitana si ritrova anche in più di una circostanza costretta a metterci una pezza per evitare di andare sotto nel punteggio. Il primo sospiro di sollievo c'è al 16' quando Sciaudone di testa (azione nata da calcio piazzato) sfiora il palo alla destra di Belec che al 23' viene invece graziato da Mbakogu che solo davanti alla porta arriva con un attimo di ritardo sul cross di Crecco. Proprio l'attaccante calabrese dopo altri sei giri di lancette è costretto a lasciare il campo a causa di un problema muscolare, al suo posto Carretta che al 35' serve in area di rigore Gliozzi che di testa obbliga Belec a un miracolo a mano aperta evitando così la beffa dopo la mancata uscita sull'inizio dell'azione.

Uno scenario che, in parte, cambia nella ripresa. Tempo tre minuti dal rientro in campo e il Cosenza resta in dieci per il doppio giallo rimediato da Petrucci (gomito alto su Djuric a metà campo), ma nonostante la superiorità numerica la Salernitana per diversi minuti continua a non cambiare marcia. Dopo Kiyine al primo minuto, Castori cerca di dare una scossa con l'ingresso al 59' di Cicerelli. Quest'ultimo prova dare (ma in poche circostanze) imprevedibilità sulla sinistra, il primo invece ha due buone occasioni per sbloccare il punteggio ma in entrambi i casi calcia con troppa superficilità: al 71' di piatto calcia tra le braccia di Falcone, sessanta secondi più tardi invece viene messo da Kupisz solo davanti alla porta ma ancora volta calcia con poca convinzione e così Falcone con la gamba si salva mettendo il pallone in angolo. La pressione, seppur con un pò di confusione, aumenta con lo scorrere del tempo, ma il Cosenza non si scompone più di tanto e al 78' ha anche la grande occasione per passare in vantaggio.

Ma prima Sciaudone colpisce il palo con una conclusione dai venti metri a Belec ormai battuto e poi sul proseguo ci prova Gliozzi ma calcia tra le braccia del numero uno granata. A nulla, poi, serve il confusionario finale di gara della Salernitana per sbloccare lo 0-0 e battere il Cosenza. A fine partita delusione per Claudio Lotito che parlando al telefono, prima di entrare nello spogliatoio granata, si lamentava del mancato gioco sulle corsie laterali.

Ultimo aggiornamento: 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA