Napoli, casting per la fascia:
tra gli obiettivi c'è Junior Firpo

Sabato 4 Luglio 2020 di Pino Taormina
Il Lille conferma che non vuole Ounas nell'operazione Osimhen. E neppure Younes, che il Napoli sta provando a inserire come parziale contropartita. Il ds del club transalpino, Campos, ha ribadito la necessità di fare cassa dalla cessione del nigeriano. D'altronde, non è una novità, il calcio francese pagherà un prezzo molto alto per la sospensione definitiva della Ligue 1. C'è ancora distanza tra l'offerta del Napoli e la richiesta del Lille ma ieri c'è stato un ulteriore contatto tra i due proprietari, Lopez e De Laurentiis, che stanno lavorando per trovare una intesa. Il Napoli spinge per inserire una parte variabile (quasi 5 milioni) legata al ritorno in Champions, ma il Lille chiede 70 milioni. Il club azzurro è molto vicino ed è pronto a un rilancio, forte anche del sì del calciatore che ieri ha comunicato al suo club la volontà di venire al Napoli. Victor è rimasto assai colpito anche da Rino Gattuso. Osimhen ha quasi 22 anni e non vuole sbagliare un passo ed è per questo che è stato fondamentale conoscere il tecnico azzurro. Il Napoli gli è venuto incontro anche sull'ingaggio: circa 3,5 milioni per cinque anni (e commissioni di circa 700mila euro per gli agenti). Le difficoltà mostrate negli ultimi tempi dal tridente leggero lasciano intendere che Ringhio pensa a qualcosa di diverso per la prossima annata: da qui la scelta di quello che viene considerato come l'erede di Drogba. 

LEGGI ANCHE Napoli-Roma, torna l'arbitro Di Bello 

È un De Laurentiis in ogni caso che prosegue nella sua rivoluzione. Demme, Lobotka, Politano, Petagna e Rrahmani i primi cinque squilli di un mercato iniziato a gennaio. E non è finita. Va cercato, ed è una priorità, un terzino sinistro perché Ghoulam non dà rassicurazioni. I nomi nell'agenda sono quelli di Junior Firpo classe '96 del Barcellona, Kostas Tsimikas classe '96 dell'Olympiakos, Marc Cucurella classe '98 del Getafe, Borna Barisic classe '92 dei Rangers. De Laurentiis si prepara ad annunciare il rinnovo di Mario Rui fino al 2025 ma è chiaro che serve un secondo piede mancino. Prolunga anche Di Lorenzo. Ma è evidente che serve un'alternativa valida a Rui.

Giuntoli va di fretta: il caos societario nella Roma non aiuta nella trattativa per Under, che già era nel mirino del Napoli prima di mettere la mani su Ounas. Ma è chiaro che il ds azzurro sta preparando il terreno per l'affondo. Un po' frenata l'opzione Boga, anche perché come sempre il Sassuolo tiene alto il prezzo dei suoi gioielli. Boga è un pallino di Gattuso, che pretende lì davanti un gioco che né Politano né altri riescono a dare ancora. Attenzione a Gabriel, altro nome indicato da Ringhio, sempre di proprietà del Lille. In questo caso, sono diverse le valutazioni da fare: la prima legata al fatto che, con Osimhen, non sarebbe libero lo slot da extracomunitario, la seconda è che Koulibaly non è stato ancora ceduto. Chiaro, Atletico Madrid ed Everton sono nettamente in pole position e De Laurentiis non ha fretta di vendere. Ma alla fine tutti gli indizi danno in partenza il senegalese. Il patron valuta Koulibaly 100 milioni ed è sicuro che alla fine, magari anche il Manchester City arriveranno alla cifra richiesta.

LEGGI ANCHE Napoli, Gattuso non conosce il pari 

Milik è molto vicino alla Juventus. O almeno questa sono certi sia la verità dalle parti di Castel Volturno. Dunque, c'è attesa per quando Paratici formalizzerà l'offerta. I segnali che sono arrivati alla Continassa tramite l'entourage del polacco fissano in 45 milioni di euro il prezzo per la cessione. Ma è solo una base di partenza. De Laurentiis non direbbe di no se nell'operazione venisse inserito Bernardeschi, ma fino ad adesso sono solo voci perché non c'è nulla di fatto. Altri due con la valigia: Allan e Llorente© RIPRODUZIONE RISERVATA