Melito sogna le Olimpiadi di Tokyo
con le medaglie della Wrestling Liuzzi

Lunedì 12 Febbraio 2018 di Gianluca Agata
Le medagli edella Wrestling Liuzzi

Melito capitale della lotta italiana con vista su Tokyo 2020. Il sogno è quello di una piccola cittadina alle porte di Napoli che sta trovando nella palestra dei Liuzzi uno di quei luoghi di aggregazione che tanto servirebbero nella lotta alle babygang e alla devianza giovanile. Settanta lottatori cresciuti dietro la guida di Michele Liuzzi che le Olimpiadi le ha già vissute ad Atlanta 1996. E i risultati arrivano. Dopo gli Assoluti con l'oro di Manuela Liuzzi (50 kg) e l'argento di Elena Esposito (65 Kg) passate ai Carabinieri ma con Melito nel cuore e i bronzi di Virgilio Guarino (57 Kg) e Felice Matrullo (61 kg), sono arrivate le medaglie dei cadetti (Under 16). Da Ostia la Wrestling Liuzzi è tornata a casa con l'oro di Raffaele Matrullo nei 51kg, e l'argento di Paolo Russo nei 65kg. Poker di ori tra le donne quest'ultimo week end con le quattordicenni Rafaella Silveri (40kg), Conny Danise (43kg), la quindicenne Maria Ferrone (46kg) e la sedicenne Alessia Capozzi (49kg). Argento per Wyn Ries, quindicenne statunitense che, grazie ad un accordo con la base Us Navy di Gricignano, può allenarsi alla corte dei Liuzzi. Accordo che ha portato a Melito recentemente anche John Smith, due volte campione olimpico e quattro volte oro nei campionati mondiali di lotta libera, in Campania con 11 dei suoi migliori atleti. "Siamo una realtà che sta crescendo a livello esponenziale - spiega Michele Liuzzi, coach e mentore della Wrestling Liuzzi - i genitori stanno venendo in palestra perché capiscono che è un luogo di aggregazione e finalmente stanno capendo. Le istituzioni ci sono vicine anche se si potrebbe fare molto di più in altri ambiti. Melito è una cittadina a rischio e la Wrestling Liuzzi sta facendo un lavoro enorme per la città". Il sogno? "Portare Melito alle Olimpiadi, a quelle di Tokyo, con Emanuela Liuzzi ed Elena Esposito". Il futuro prossimo parla però di uno stage di oltre 200 atleti che arriveranno a Melito da tutto il mondo "Dal 9 al 20 luglio. Mi chiamano per avere prenotazioni dappertutto e questo non può che rendere orgoglioso me, la mia palestra e la mia cittadina". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche