Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Apple, ecco iPhone 14 e i nuovi Apple Watch

Mercoledì 7 Settembre 2022 di Andrea Andrei e Raffaele d'Ettorre
Apple, ecco iPhone 14 e i nuovi Apple Watch

Un rilevatore di incidenti stradali che capisce quando abbiamo subito un impatto in automobile e allerta prontamente i soccorsi. Un sistema che si aggancia ai satelliti per effettuare chiamate di emergenza quando il telefono non prende. Un sensore per la temperatura corporea. Un monitoraggio per la fertilità, che aiuta le donne a individuare il proprio periodo di ovulazione e che le allerta di eventuali anomalie del ciclo mestruale. E poi un orologio più resistente agli urti, alle alte o basse temperature, all'acqua anche in profondità. Sono anni ormai che nel settore degli smartphone e dei dispositivi mobili si fatica a trovare qualche novità che sia tecnologicamente entusiasmante. Sarà per questo che Apple ha deciso di puntare il suo evento più importante dell'anno non tanto sulle caratteristiche tecniche dei suoi iPhone e Apple Watch, ma su come questi dispositivi possono essere utili alle persone. E stavolta ha fatto davvero centro, nonostante la vigilia non fosse delle migliori: il Brasile ieri ha infatti sanzionato l'azienda (che ha già annunciato ricorso) per oltre 2 milioni di dollari ma, cosa ben più grave, ha bloccato la vendita di iPhone nel Paese finché il caricabatterie non sarà di nuovo venduto insieme al dispositivo.

L'azienda californiana oggi, in un evento tenutosi dopo 3 anni parzialmente in presenza (allo Steve Jobs Theatre di Cupertino c'erano dei giornalisti in platea, ma l'intera presentazione si è svolta virtualmente con un video preregistrato) ha svelato i suoi dispositivi più attesi, iPhone 14 e 14 Pro, la nuova generazione di auricolari Airpods Pro, Apple Watch Series 8 e la versione “economica” SE, più una sorpresa: Apple Watch Ultra, orologio intelligente e super resistente concepito per chi svolge sport e attività estreme, dall'alpinismo alle immersioni subacquee.

APPLE WATCH SERIES 8, SE E ULTRA


Ed è proprio dagli Apple Watch che è partita la presentazione dell'ad Tim Cook, che ha introdotto la nuovissima funzionalità del rilevamento di incidente stradale, già a lungo preannunciata. Grazie ai sensori montati sui dispositivi, SE compreso, un algoritmo è in grado di capire quando subiamo un violento impatto mentre siamo alla guida: a quel punto sul dispositivo comparirà un avviso, che ci chiederà se stiamo bene e se abbiamo bisogno di chiamare i servizi di emergenza. Nel caso in cui non dovesse esserci risposta, sarà il device a effettuare autonomamente la chiamata, proprio come già si era visto con il rilevamento di cadute, già presente sui precedenti modelli di Apple Watch. Lo stesso sistema di rilevamento di incidenti è disponibile anche su iPhone 14 e 14 Pro. Apple Watch adesso ha anche un'ulteriore funzionalità per la salute, che va ad aggiungersi al rilevatore di battito cardiaco, all'elettrocardiogramma e al monitoraggio dei livelli di ossigeno del sangue: il sensore della temperatura, che registra eventuali variazioni di temperatura durante il sonno. Non solo: l'app “Farmaci” aiuta a gestire e monitorare l’assunzione di farmaci, vitamine e integratori, consentendo di creare un elenco di farmaci, impostare orari e promemoria.

I nuovi Apple Watch sono disponibili in tre versioni: Series 8, SE e Ultra. Aumenta la durata della batteria con il Low Power Mode, che porta il device a un'autonomia massima di 36 ore. Apple Watch 8 sarà disponibile in 7 colorazioni diverse, 4 in alluminio e tre in acciaio. Cupertino strizza l’occhio anche agli atleti professionisti con Apple Watch Ultra, che rispetto al modello base non solo monta il gps più preciso della categoria ma anche un pulsante in più, l’Action Button, utile ad accedere istantaneamente a diverse informazioni riguardanti l’allenamento in corso, tra le quali la sezione “Depth” pensata per le immersioni - e infatti il device è garantito fino a 40 metri di profondità. I prezzi in Italia sono di 309 euro per l’Apple Watch SE, 509 euro per la versione standard e 1009 euro per la Ultra.

IPHONE 14 E 14 PRO


Ma il dispositivo più atteso era probabilmente iPhone 14 e il suo top di gamma, iPhone 14 Pro. La nuova generazione degli smartphone con la Mela introduce, oltre che ulteriori migliorie al comparto fotografico (già impressionante negli iPhone 13) una novità che è di forma e anche di sostanza: il cosiddetto “notch”, cioè la barretta superiore nel display che contiene la fotocamera frontale e i sensori per il riconoscimento facciale si riduce notevolmente nelle dimensioni, ma soprattutto assume una nuova funzionalità. La barra diventa infatti una sorta di piccolo display secondario e personalizzabile (un po' come quello presente sulla tastiera dei MacBook Pro) e prende il nome di “Dynamic Island”: in quello spazio si può visualizzare infatti la musica che si sta ascoltando, il risultato di una partita che si sta seguendo, le chiamate in background, e molto altro.

L'altra grande novità di iPhone 14 riguarda invece la sicurezza, ed è qualcosa di cui si sentiva davvero il bisogno. Peccato solo che nel nostro Paese per ora non la vedremo, visto che la disponibilità per ora è stata annunciata solo negli Usa e in Canada (dove il servizio sarà gratuito per i primi due anni per gli acquirenti). Si tratta della connessione satellitare che permette di chiamare i soccorsi quando si è in difficoltà e il telefono non prende. Un software guida infatti l'utente a orientare il cellulare verso il satellite più vicino e, senza bisogno di nessuna antenna, permette di inviare un messaggio ai servizi d'emergenza per essere localizzati. Altra innovazione molto interessante, ma anche questa non disponibile (almeno per ora) in Italia, è la e-Sim: nei nuovi iPhone 14, negli Stati Uniti, non ci sarà più posto per la Sim fisica, la scheda sarà solo virtuale.

Ma vediamo più da vicino le altre caratteristiche dei nuovi smartphone con la Mela. Addio alla versione mini, che non ha riscosso il successo sperato: l’iPhone 14 sarà disponibile solo in versione “base” con schermo da 6,1" e in versione Plus da 6,7. Entrambi i modelli monteranno il chip A15 già visto negli iPhone 13, con cpu a 4 nanometri e 5 core. Apple ha implementato un nuovo sensore per la fotocamera principale, sempre da 12 MP ma completamente riprogettata con il nuovo Photonic Engine e che dovrebbe aumentare le prestazioni in ambienti poco illuminati. Cinque le colorazioni previste: Mezzanotte, Viola, Blu, Galassia e (Product)Red.

A rubare la scena sono però i top di gamma, gli iPhone 14 Pro e Pro Max, rispettivamente con schermo da 6.1 e 6.7 pollici (entrambi con always on display) con display Super Retina XDR e quattro tagli di memoria, da 128 GB a 1 TB. A muovere il tutto c'è il nuovo processore A16 Bionic a 4 nanometri e 6 core, uno in più dei modelli base. Apple garantisce un risparmio energetico del 20% rispetto alla generazione precedente, mentre buona parte della potenza verrà sfruttata nell'elaborazione delle immagini e non è un caso che durante la presentazione sia stato dato grande spazio alla nuova fotocamera da 48 MP, che fagocita anche il notch introdotto in iPhone X, di cui Apple aveva già da tempo preannunciato l’addio. Al suo posto ora sono presenti due fori, uno per la fotocamera e un altro per ospitare i sensori di Face ID. Tra le altre fotocamere presenti, un’ultragrandangolare da 12 megapixel, un’altra da 12 megapixel con teleobiettivo e nove flash LED. Quattro le colorazioni disponibili: Nero Siderale, Argento, Oro e Viola Scuro.

iPhone 14 parte da 1.029 euro per il modello base, 1.179 euro per il Plus, 1.339 euro per il Pro e 1.489 euro per il Pro Max. Come ci si aspettava, i prezzi nel nostro Paese sono lievitati considerevolmente: iPhone 13 Pro, al momento del lancio un anno fa, partiva da 1.189 euro, cioè 150 euro in meno rispetto a iPhone 14 Pro.

AIRPODS PRO 2


Nell'evento a Cupertino ha trovato spazio anche la nuova generazione di Airpods Pro, gli auricolari ultra-performanti. I nuovi auricolari di casa Apple montano un chip dedicato, l’H2 - evoluzione dell'H1 dei primi AirPods – con un nuovo driver audio a bassa distorsione e un sistema di audio spaziale personalizzato che consente di creare un profilo audio personale in base alla forma del proprio viso. La batteria è garantita fino a 6 ore consecutive in wireless, e fino a 30 ore usando la custodia con le batterie aggiuntive integrate. Molto interessante la modalità Trasparenza Attiva, un sistema di cancellazione del rumore che permette di disattivare in maniera selettiva il rumore ambientale, permettendoci così di ascoltare l’audio delle cuffie anche in ambienti affollati o dove sono in corso dei lavori. Il prezzo dei nuovi Airpods Pro 2, preordinabili dal prossimo 9 settembre, sarà di 299 euro.

Ultimo aggiornamento: 8 Settembre, 09:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA