Dalle e-mail ai social network, schedati tutti i dati personali

ARTICOLI CORRELATI
di Francesco Lo Dico

Fallo fare a Google. Per tutto il resto c'è Mastercard. Il patto segreto fra i due colossi non è altro che l'ennesimo balzo in avanti di un'industria sempre più priva di scrupoli. Quella dei dati personali che alimenta l'idrovora del mercato pubblicitario: un business mostruoso che secondo la società Idc oggi vale nel complesso 166 miliardi di dollari (circa 148 miliardi di euro) e cresce ogni anno del 12%. Ne giovano anche le aziende italiane, che nel complesso alimentano un giro d'affari vicino al miliardo di euro. Il 32% delle nostre imprese dichiara di acquistare dati, mentre il 7% ammette di venderli. Dai servizi email alle app per bambini, dai social agli stessi antivirus che dovrebbero aiutarci a difenderci, non c'è spazio della rete in cui chi naviga sia al riparo dagli scafisti di dati personali.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 1 Settembre 2018, 11:00 - Ultimo aggiornamento: 01-09-2018 15:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP