Il volto di un uomo del '500 ricostruito dal suo scheletro: il miracolo con la tecnologia 3D

Giovedì 16 Luglio 2020 di Domenico Zurlo
Il volto di un uomo del '500 ricostruito dal suo scheletro: il miracolo con la tecnologia 3D
Il volto di un uomo vissuto nel XVI secolo e il cui scheletro era stato ritrovato nel cimitero di un villaggio medievale è stato ricostruito e con la tecnologia 3D ora sappiamo che faccia aveva: potrebbe essere stato un commerciante o un artigiano, e aveva tra i 35 e i 44 anni. Il suo cranio aveva segni di malocclusione, aveva una fronte spaziosa e un naso appuntito: la scoperta di un cimitero di oltre 100 scheletri è stata fatta nella regione di Wiekopolska, nella Polonia occidentale.

Il cimitero si trovava vicino al villaggio Niedźwiedziny: il luogo era originariamente noto come Dzwonowo ed era scomparso fino al 2016, quando fu scoperta la sua esatta posizione di cui fino ad allora si era letto solo su vecchi libri (già dall'inizio del XIV secolo). Tra tutti gli scheletri ritrovati, i ricercatori ne hanno scelto uno e hanno scelto di ricostruirlo usando le moderne tecnologie: 
«Chi era? Non ne ho idea - ha detto l'archeologo Marcin Krzepkowski - Quasi sicuramente un residente del villaggio di Dzwonowo», scrive il Daily Mail.
 
Ultimo aggiornamento: 11:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA