Wiko View5 Plus, entry level con carattere e personalità

Venerdì 30 Ottobre 2020 di Guglielmo Sbano

Wiko è una giovane azienda con sede in Francia; la sua filosofia, innovativa ed intraprendente, gli ha consentito nel giro di breve tempo una rapida affermazione sul mercato europeo ed un’espansione sul mercato internazionale in continua ascesa.

Lo scorso settembre Wiko ha annunciato la nuova serie View ed il 5 Plus, in particolare, ci ha stupito per alcuni aspetti non comuni uno in smartphone che si colloca nella fascia medio bassa del mercato. 

Il primo è proprio la qualità dei materiali ed il loro assemblaggio. Facile immaginare che non stiamo parlando dei Premium utilizzati per i Top di Gamma, eppure la sensazione di solidità è netta e, nonostante i suoi 200gr. circa, il peso è distribuito in forma omogenea; un dato tutt’altro che trascurabile per un dispositivo le cui dimensioni esterne sono abbastanza generose. La Back Cover in simil-vetro è trattata con una finitura che le dona un particolare gradiente, tra il blu ed il verde a seconda dell’angolazione. I bordi lunghi arrotondati creano un unico corpo con la scocca, una soluzione esteticamente bella ma anche utile, in quanto migliora l’ergonomia dell’impugnatura.

Grande e luminoso il Full O Display, una unità Ips con risoluzione Hd+ in formato 20:9, con diagonale da 6,55 pollici e angoli di visione molto ampi. I colori sono vividi e la fruizione di contenuti multimediali, siano essi film, social media, giochi o quant’altro è decisamente piacevole; un risultato a cui Wiko è giunto riducendo le cornici al minimo ed integrando la Selfie Camera in un foro ricavato nell’angolo in alto a destra del display. Brillante l’idea di far percorrere la circonferenza del foro da una linea che indica lo stato della batteria che diventa verde durante la carica, bianca quando la batteria è al di sopra del 15% e rosso se l’energia residua è inferiore a questa soglia. 

Rimaniamo in tema di batteria, per sottolineare quanto sia importante il dato sull’autonomia di questo View 5 Plus. Con un’unità da 5000mAh ed un software per la gestione intelligente dei consumi, una ricarica completa con utilizzo medio può arrivare facilmente ad una durata di 48 ore! Merito anche di un software molto leggero e della tecnologia IPS adottata per il display, notoriamente poco dispendiosa di energia.

La gestione delle operazioni è affidata al processore 6765 Octa-Core di MediaTek, coadiuvato da 4GB di RAM e 128GB di memoria per l’archiviazione, espandibile tramite MicroSD fino a 256GB. Non è questa una configurazione da Flagship e il View 5 Plus non è fulmineo tuttavia, il sistema gira con fluidità, l’interfaccia di Wiko è graficamente bella e molto versatile e, nell’utilizzo quotidiano il View 5 non delude, anche quando utilizziamo i giochi. 

Sul versante fotografico Wiko ha impiegato posteriormente 4 sensori il cui principale è da 48MP, un ultra grandangolare da 8MP con ampiezza di campo fino a 120°, un sensore per le macro da 5MP ed infine uno da 2 per la profondità di campo. La sporgenza è minima e l’ingombro, considerando 4 diverse ottiche più un Flash LED è molto contenuto. Anteriormente invece, troviamo un obiettivo da 8MP. L’interfaccia è migliorabile ed anche in questo caso la preparazione allo scatto non è istantanea ma le immagini, specie quelle con luce naturale, sono nitide ed i colori ben calibrati. Quando la luce ambientale scarseggia il View 5 Plus, come tanti altri, incontra qualche difficoltà, attenuata dall’intervento dell’AI che riduce il rumore e aumenta la luminosità.

Per concludere il Wiko View 5 Plus è uno smartphone che a dispetto del suo segmento, ha alcune carte vincenti, tra cui la batteria ed il display, che lo mettono in risalto tra la concorrenza. In più, viene offerto ad un prezzo che al momento, si attesta abbondantemente sotto i 200 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA