X Factor 2021, dai cantanti ai giudici: il meglio e il peggio. Baltimora stona (6), Emma spiazza tutti (8), Tersigni un fan (5)

Cosa ha funzionato e cosa no? Il meglio e il peggio di questa edizione

Venerdì 10 Dicembre 2021 di Mattia Marzi
X Factor 2021, dai cantanti ai giudici: le pagelle. Baltimora stona (6), Emma spiazza tutti (8), Tersigni un fan (5)

X Factor 2021 si è chiuso ieri sera con l’ultima puntata, ospitata al Forum di Assago, all’insegna delle sorprese. A partire dal verdetto finale, che ha incoronato Baltimora vincitore della quindicesima edizione del talent di Sky, battendo a sorpresa il favoritissimo gIANMARIA. Terzi i Bengala Fire, quarto Fellow. I riflettori, però, erano tutti puntati sui Maneskin: Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi e Ethan Torchio sono tornati “a casa”, sul palco che li lanciò quando ancora adolescenti si fecero conoscere dal grande pubblico, quattro anni fa.

La band romana ha infiammato gli spalti del Forum di Assago, dove 5700 spettatori hanno assistito in presenza allo show, con “Beggin’”, “Zitti e buoni”, “I Wanna Be Your Slave” e “Mammamia”, rubando la scena pure ai Coldplay, arrivati a Milano dal Regno Unito come superospiti della finale. La 15esima edizione di “ X Factor” si chiude con il 3,2% di share (655 mila spettatori) per la finale trasmessa in diretta su TV8 (oltre che su Sky). Cosa ha funzionato e cosa no? Le pagelle di questa edizione.

 

 

I CANTANTI

Alla fine sono arrivati in fondo alla gara, se non i più originali, quantomeno i due più contemporanei, attuali, tra i 12 concorrenti portati dai giudici ai live. Baltimora - voto 6 - fa il cantante per caso, e si sente (in finale su “Otherside” dei Red Hot Chili Peppers non sono mancate le stonature): Hell Raton si è convinto di avere davanti una potenziale popstar dopo aver ascoltato un pezzo di Edoardo Spinsante, questo il vero nome del 20enne cantautore, su SoundCloud. Ma Baltimora, è stato lui stesso a raccontarlo, nella vita fa il produttore, e vuole continuare a fare quello. Ha conquistato gli spettatori con il suo inedito “Altro” e rivisitando in chiave elettropop “Un uomo che ti ama” di Battisti-Mogol e “Turning Tables” di Adele.

gIANMARIA – voto 8 – aveva invece la stoffa della popstar: il più empatico tra tutti i concorrenti di questa edizione, capace di bucare lo schermo con i suoi lineamenti androgini. Emma si è divertita a fargli cantare addirittura i CCCP di Giovanni Lindo Ferretti (“Io sto bene”). Il suo inedito “I suicidi” è il più ascoltato in assoluto su Spotify tra quelli dei concorrenti di questa edizione, con oltre 1,6 milioni di streams. Non ha vinto, ma potrebbe prendersi una rivincita fuori dal talent.

I GIUDICI

“ X Factor” è un programma tv, prima che musicale. E un programma tv deve avere ritmo, verve, vivacità, per funzionare. Peraltro, stiamo parlando di una gara, di una competizione, che comporta tensione e dunque polemiche. Non sono mancate, dietro al bancone dei giudici: come quando Manuel Agnelli ha sbottato contro gli altri giurati per aver eliminato Erio, il cantautore toscano della sua squadra, tra i favoriti alla vittoria sin dal primo passaggio ai provini. Il frontman degli Afterhours è arrivato allo scontro con Emma, che lo ha accusato di non aver protetto abbastanza il suo pupillo: “Non sei la protagonista dei miei pensieri”, le ha detto a brutto muso. Si è svolto tutto non in diretta durante “ X Factor” ma dopo che il conduttore Ludovico Tersigni aveva dato la linea a Paola Di Benedetto per l’”Extra Factor”, lo show notturno in cui si fa il bilancio della puntata. Non è stata l’unica polemica di questa edizione, ma l’unica che ha lasciato il segno.

Evidentemente qualcosa, stavolta, dietro il bancone dei giudici non ha funzionato. Zitto zitto Hell Raton si è portato a casa la seconda vittoria (dopo Casadilego, ha trionfato con Baltimora): un 7 in pagella per il braccio destro di Salmo è dovuto.

Mika risulta sempre meno incisivo: resta un gran performer, come ha dimostrato anche in finale duettando con Fellow sulla sua “Underworld”, ma le vesti di giudice proprio non gli appartengono (voto 5).

Emma ha spiazzato tutti con le sue scelte: ha fatto cantare a gIANMARIA i CCCP e Milva, a Vale LP Gabriella Ferri, a Le Endrigo Francesco Bianconi e Rosalía, le scelte più spiazzanti di questa edizione. Voto 8.

Manuel Agnelli ha continuato a fare la sua parte, dietro il bancone. Il rocker duro e puro, intransigente, che in finale ha suonato insieme ai Bengala Fire i Cure per poi vantarsi di aver fatto suonare ai suoi artisti in un talent i Nine Inch Nails, i Nirvana, gli XTC, i Pixies. Le sue scelte inizialmente sembravano premiare i cantanti della sua squadra, poi però ha perso prima i Mutonia e poi Erio, arrivando in finale con i Bengala Fire che alla prima puntata erano addirittura tra gli ultimi tre. Con i singoli “La profondità degli abissi” e “Pam pum pam” è tornato finalmente alla musica, la cosa che gli riesce meglio. Voto: 6.

IL CONDUTTORE

Quando ha raggiunto i Maneskin al centro del palco dopo la loro esibizione, Ludovico Tersigni sembrava, più che il conduttore di “ X Factor”, un fan. Stessa cosa con i Coldplay: ha fatto quasi tenerezza vederlo accanto a Chris Martin, che lo accarezzava e gli toglieva i coriandoli dalla testa. “Nel mio iPod tra i miei artisti preferiti ci sono: Coldplay, Coldplay, Coldplay, Coldplay”, gli ha detto, quasi intimorito. Dalla sua l’attore romano lanciato da “SKAM” ha l’età: 26 anni. L’età che aveva Alessandro Cattelan quando faceva l’inviato de “Le Iene” e conduceva i programmi di MTV. Sostituirlo non era facile. Tersigni ci ha provato, portando sul palco freschezza ma anche qualche gaffe (come quando durante terza puntata ha chiuso il televoto prima del previsto, suscitando la reazione infastidita di Mika): voto 5. Il contratto tra Fremantle, che produce in Italia “ X Factor”, e Syco Entertainment, la casa madre, prevede almeno un’altra edizione, nel 2022. Se Tersigni sarà confermato, dovrà tirare fuori un po’ di carattere e di grinta in più.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA