Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sbandati in centro a Padova, il titolare dello Steampower: «I dipendenti hanno paura, con i turisti pessima figura»

Sabato 13 Agosto 2022 di Silvia Moranduzzo
Video

PADOVA - Gianpaolo Facco, titolare dello Steampower in piazza delle Erbe a Padova, ha dovuto anticipare l'orario di chiusura. Il motivo? Un gruppo di persone con problemi di tossicodipendenza e alcolismo che bivacca tra la piazza e via Squarcione. Spaventano i clienti e i dipendenti, al punto che tre cameriere si sono licenziate

«Ci minacciano e le ripercussioni per l'attività sono importanti - racconta Facco - Le mie dipendenti non se la sentono più di chiudere tardi, per questo ho ridotto l'orario. Si scambiano droga in via Squarcione, non è una situazione degna del centro storico di Padova. Una ragazza una volta si è spogliata, ha infastidito i clienti e la sera dopo ha lanciato un bicchiere a un gruppo che festeggiava la laurea. Dicono di essere intoccabili» (videointervista di Silvia Moranduzzo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA