«Denaro per la festa»
in manette estorsore

«Denaro per la festa»
in manette estorsore
Caserta. «Un contributo per la festa di Caserta». E' stata questa la richiesta avanzata da Aniello Bizzarro, 32 anni di Maddaloni arrestato su ordine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. La polizia ha eseguito il provvedimento in seguito alle indagini  supportate anche da attività tecniche. Così, Bizzarro - già noto per precedenti penali - è stato sottoposto agli arresti domiciliari.  Le attività d'indagine sono state eseguite dalla Squadra Mobile casertana che hanno portato all'emissione dell'ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa il 7 settembre 2017 dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ufficio del Giudice per le Indagini preliminari. L'uomo è stato ritenuto responsabile di estorsione continuata. Stando ad alcune indiscrezioni, nella seconda metà del mese di gennaio di quest'anno, l'uomo si sarebbe presentato in una rivendita di frutta e verdura di Caserta e dopo la richiesta del «contributo per la festa» si è adirato per l'esigua cifra offerta e poi, millantando collegamenti con un clan camorristico locale, ha preteso una somma maggiore di denaro. L'estorsione e il successivo versamento avrebbero garantito la protezione all'esercente.
Sono poi scattate le minacce ai familiari della vittima: in tutto Bizzarro è riuscito a intascare 500 euro. 
Lunedì 11 Settembre 2017, 12:34 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2017 12:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP