Linate e Malpensa, caos e ritardi per sciopero improvviso di addetti ai bagagli: Garante valuta sanzioni

(Foto Ansa)
0
  • 5
Forti disagi stamani agli aeroporti di Linate e Malpensa e ritardi fino a un'ora dei voli per un'assemblea spontanea generale di tutti i lavoratori delle società che si occupano di erogare i servizi a a terra. A Linate l'assemblea è terminata alle 7, mentre a Malpensa è durata 5 ore e si è conclusa intorno alle 10. L'operatività in entrambi gli scali sta tornando alla normalità.

La causa dell'agitazione, secondo quanto è stato riferito da fonti aeroportuali, è la mancata risposta da parte delle istituzioni dopo l'incontro svoltosi ieri in prefettura a Varese per l'ingresso della cooperativa Alpina che dovrebbe iniziare a operare in subappalto per contri di Ags.

A Linate dalle 6.30 alle 9 sono decollati 20 voli. Dalle 7 i ritardi si sono ridotti e i bagagli sono stati consegnati regolarmente. A Malpensa dalle 6.30 sono decollati 42 voli, con ritardi di mezz'ora. Ritardi nell'imbarco e consegna dei bagagli.

Il Presidente dell'Autorità di garanzia per gli scioperi, Giuseppe Santoro Passarelli, ha chiesto informazioni urgenti alle società AGS Handling, Alpina, Enac e ai Prefetti di Milano e Varese, sull'agitazione di oggi negli scali di Malpensa e di Linate. In particolare, il Garante - si legge in una nota - intende accertare l'accaduto, al fine di valutare profili sanzionatori di propria competenza.In particolare - si legge nella nota - il Garante intende accertare, al fine di valutare profili sanzionatori di propria competenza, se l'agitazione sia stata o meno ritualmente proclamata, se sia riferibile ad una organizzazione collettiva di lavoratori ovvero ad iniziative di singoli e il numero dei voli in ritardo.
Martedì 1 Agosto 2017, 09:31 - Ultimo aggiornamento: 02-08-2017 09:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP