Marocchino prende a pugni l'ex moglie per strada e le sbatte la testa sul cofano dell'auto: arrestato

Marocchino prende a pugni l'ex moglie e le sbatte la testa sul cofano dell'auto: arrestato
di Paola Treppo

UDINE - Un cittadino marocchino di 40 anni è stato arrestato dalla polizia di Stato in esecuzione di un'ordinanza cautelare del gip per maltrattamenti e lesioni ai danni dell'ex moglie, una connazionale, aggredita e picchiata fino a farla finire in ospedale.

L'episodio risale a lunedì 15 maggio a Udine. Violando un precedente divieto di avvicinamento, l'uomo ha raggiunto la ex nell'ora di pausa pranzo e l'ha aggredita, colpendola con ripetuti pugni al volto e sbattendole la testa sul cofano dell'auto.

L'ha minacciata con un coltello, con cui le ha poi squarciato tutti e quattro gli pneumatici dell'auto. L'ex marito le ha anche sottratto e distrutto i documenti, privandola pure di 800 euro in contanti. Solo l'intervento di un'amica ha posto fine alla violenza sulla donna, costretta a ricorrere alle cure del pronto soccorso. Le indagini sono state condotte dalle Volanti. L'uomo, che oltre ai tre figli avuti con la donna è anche padre di due bambini nati dalla relazione con un'italiana, non sarà espulso.

Sempre in questi giorni nella Bassa friulana i carabinieri della Compagnia di Palmanova hanno denunciato per stalking un italiano di 46 anni che dopo la fine della convivenza con una donna di 50 ha cominciato a tormentarla con telefonate mute, messaggi e biglietti con velate minacce di morte lasciati nei luoghi frequentati dalla ex.
Sabato 20 Maggio 2017, 18:13 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2017 20:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP